.

.

giovedì 2 febbraio 2017

Recensione “Innamorata Di Uno Sconosciuto” di Gail McHugh #1 Amber Series

Salve a tutti,
oggi Stella ci parlerà di Innamorata di uno sconosciuto, primo capitolo della serie "Amber Series" dell'autrice Gail McHugh, uscita in ebook il 24 Gennaio. Vi lascio alle sue parole...
Buona Lettura :*



Titolo: Innamorata Di Uno Sconosciuto
Autore: Gail McHugh
Serie: Amber Seriers #1
Genere: New Adult-Erotic
Editore: Newton Compton Editori

Amber Moretti non se la passa troppo bene. Si sente sola e ha il cuore a pezzi. Ma appena mette piede nella mensa del campus universitario le cose cambiano. Basta un attimo, uno sguardo. Solo che gli uomini sono due, non uno. Brock Cunningham e Ryder Ashcroft sono all’apparenza l’uno l’opposto dell’altro. Brock è tenero, sensibile, sa sempre cosa dire, è il classico “bravo ragazzo”; Ryder è più rude, misterioso. Come ci si può innamorare di entrambi? Amber non credeva fosse possibile, ma decide di non opporsi, di lasciarsi andare. Almeno fino a quando un evento inaspettato non rivoluzionerà le vite di tutti e tre…

Cari lettori, oggi sono qui per farvi conoscere un libro piuttosto controverso, che mi ha molto angosciata e abbastanza delusa. Se con la precedente duologia che racconta la storia d’amore di Emily e Gavin mi aveva totalmente conquistata, questa volta invece Gail McHugh mi ha letteralmente spiazzata e stravolto l’idea che mi ero fatta della sua scrittura lasciandomi l’amaro in bocca. Avevo aspettative che purtroppo sono state ampiamente deluse, una scrittura diametralmente opposta a quella dei precedenti romanzi, quasi come se fosse un’altra scrittrice. Confesso che sono rimasta molto rattristata nel realizzare questo decisamente troppo drastico cambio di rotta e ora vi spiegherò il perchè.
 

La scena si apre su Amber, diciannovenne e spregiudicata matricola del college, che nel giro di pochi istanti si ritrova ad inciampare letteralmente in forti e muscolose braccia tatuate e un paio di intensi occhi blu, che portano il nome di Ryder. Riavutasi dall’imbarazzante caduta, Amber capisce di trovarsi di fronte ad un esemplare di maschio alfa sexy e pericoloso, che accende i suoi sensi e che con un sensuale ed imprevisto bacio scuote tutto il suo mondo. Come un naturale meccanismo di difesa però, Amber sviluppa un’ostile avversione nei suoi confronti, dato il suo atteggiamento supponente e sbruffone. Innegabile è però la fortissima attrazione che sente per lui.


Lei mi ricompensa con un accenno di sorriso. Sì, eccola. La ragazza tenera, che risplende come il sole, che io so che esiste dietro il cielo oscurato di un passato del quale lei non poteva avere il controllo.


Nemmeno il tempo di un respiro, che pochi metri dopo il sorriso sornione di Brock la lascia imbambolata. Questo ragazzone dagli occhi verdi sembra avere un effetto decisamente diverso su Amber: ne rimane intrigata, affascinata e incuriosita... Inizia così un gioco di seduzione fatto di sguardi e baci rubati, di sentimenti nuovi e sconosciuti, di ossessioni, bugie e mezze verità. Chi l'avrebbe mai detto che con un passato senza amore e di abbandono come il suo, un giorno Amber sarebbe riuscita a sentir battere il suo cuore così intensamente, da riuscire a credere che l’amore, non per uno ma per ben due uomini, sarebbe stato possibile? Si, perchè nonostante Amber decida di intraprendere la sua prima vera relazione con Brock, il suo cuore sa meglio di lei che anche Ryder le ha rubato l’anima.
 

Attraverso questo intricato e malsano triangolo amoroso, si delinea una storia torbida, piena di ombre e angoscia e a tratti psicotica, che mi ha seriamente mandato in confusione. Con un’infanzia segnata dalla morte violenta dei genitori tossici, Amber è una ragazza che nasconde la fragilità della sua psiche dietro una dura corazza, un atteggiamento aggressivo e una sfrenata e disinibita sessualità, che sceglie di usare come strumento di controllo sugli uomini. I fantasmi del passato e il senso di abbandono che l'hanno accompagnata per tutta la vita, l'hanno resa una ragazza diffidente, disillusa e avida di sentimenti. Nel sesso, Amber riversa tutta la sua rabbia e il suo dolore e specialmente con Brock, lo utilizza come mezzo per scappare dal passato che la tormenta, non essendo abbastanza forte per lasciarselo alle spalle. Brock dal canto suo è un ragazzo con una personalità perversa, prepotente, contorta e contraddittoria. Il suo egocentrismo e il vuoto che alberga nella sua anima distorce totalmente l’amore che prova per Amber.



«Sono un lottatore, e non mi darò per vinto finché non sarò al sicuro nel tuo cuore. Tu sei una sfida. È come cercare di risolvere il cubo di Rubik al buio. Ed è una delle cose che mi piace di te».


Benchè sia un sentimento sincero, con l’avvicendarsi degli eventi diventa qualcosa di troppo morboso e malsano. Bugiardo patentato fino al midollo, dopo una grave perdita familiare di cui si ritiene responsabile, ha condotto la sua vita sul filo del rasoio, oltrepassando spesso e volentieri confini morali e legali. Un personaggio irritante che proprio non ho sopportato e che non mi ha mai convinto purtroppo, anche per il fatto che non abbia subito una vera propria evoluzione nella storia. A infastidirmi non è stata la sua amoralità, quanto piuttosto il suo ego smisurato e il suo atteggiamento nei confronti di Amber tendente al dispotico. Lei di certo per poter diventare la donna migliore che desidera tanto essere, non ha decisamente bisogno di un ragazzo come Brock che avvelena tutto ciò che tocca, ma al quale lei si lega comunque profondamente, adattandosi e accettando troppo spesso passivamente i suoi capricci.
 

Nei loro incontri di brutale sesso espiano i loro demoni solo temporaneamente, cosa che a parer mio li blocca in un circolo vizioso infruttuoso, nel quale entrambi si illudono di essere felici. Nel totale delirio di questa storia c’è però uno spiraglio luminoso rappresentato da Ryder. Benchè anche il suo personaggio sia contraddistinto da sbruffonaggine e arroganza, è quel tipo di bad boy che affascina e conquista con la sua genuinità. Il suo atteggiamento scanzonato e disinteressato nasconde in realtà un’anima profonda, perspicace, sensibile, intensa e matura. In sua compagnia Amber si trasforma completamente. Ryder con le sue provocazioni, riesce sempre ad aprirle gli occhi e il cuore, in modo che possa guardare dentro se stessa e capire quanto in fondo non sia affatto una brutta persona, come lei invece ritiene di essere. Spiritoso e divertente, Ryder sicuramente è il personaggio che regge in piedi una storia senza il quale sarebbe a mio parere un disastro annunciato.



Brock e Ryder mi si sono conficcati nell’anima, e ognuno di loro è un bellissimo filo che sta ricucendo il mio cuore un tempo spezzato.


Un grande difetto che mi ha impedito di appassionarmi a questo romanzo è il linguaggio scurrile, esageratamente volgare, che a lungo andare diventa molto fastidioso; un elemento di cui la McHugh ha troppo abusato, abbassando di molto il livello della storia e che sinceramente mi ha fatto arrabbiare! La mia insofferenza nei confronti di Innamorata di uno sconosciuto sta nel fatto che aveva buone basi per essere una storia davvero toccante e coinvolgente, poichè i momenti di riflessione dei personaggi sono davvero scritti bene e hanno un significato profondo; tutto questo però viene, ahimè, sovrastato dalla bassezza del linguaggio, scene confuse e frettolose, scene di sesso esagerate e poco sensuali che con il loro eccessivo dilungarsi hanno lasciato poco spazio e reso troppo approssimativo il racconto dei rapporti che intercorrono tra i personaggi. Complice in parte anche la traduzione italiana, che con l’inserimento di termini gergali tipicamente italiani e regionali come “zia” invece di “amica” e “patata” (si, patata!) invece di “vagina”, rendono le battute dei personaggi ridicole e improbabili. A risollevare leggermente le sorti della storia vengono in soccorso gli ultimi quattro o cinque capitoli, in cui Amber, Ryder e Brock acquisiscono più consapevolezza della loro condizione malata, e in cui un finale in pieno stile suspence lascia senza fiato e incuriosice. Purtroppo però è una storia nel complesso discontinua, con molte lacune e a tratti approssimativa e per questo con grande rammarico mi vedo costretta ad assegnare solo:



Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+