.

.

mercoledì 15 febbraio 2017

Recensione in Anteprima "Bad Love" di Jay Crownover #1 Welcome Series

Cari Amici lettori,
oggi la nostra Concetta ci parlerà del primo volume della serie "Welcome Series" di Jay Crownover,  Bad love, in uscita domani 16 in ebook e il 20 febbraio in cartaceo grazie alla Newton compton Editori

Buona lettura!



Titolo: Bad Love
Autore: Jay Crownover
Genere: Contemporary Romance
Serie: Welcome series #1
Editore: Newton Compton Editori
Data Pubblicazione: 16 febbraio 2017

Sexy, dark, pericoloso, Bax non cammina solo sul binario sbagliato… lui è il binario sbagliato. Criminale, delinquente e attaccabrighe, ha preso un sacco di pessime decisioni, e una di queste lo ha portato in prigione per cinque anni. Ora Bax è fuori e in cerca di risposte, e non gli importa cosa dovrà fare o chi dovrà ferire per trovarle. Ma non ha fatto i conti con Dovie, una ragazza innocente e pura… Dovie Pryce sa bene cosa comporti vivere una vita difficile. Ha sempre cercato di essere buona, di aiutare gli altri, e non si è mai lasciata trascinare giù dalla tristezza. Eppure le cose per lei non hanno fatto che peggiorare. A quanto pare, l’unica persona che può aiutarla è l’ex-detenuto più spaventoso, sexy e complicato che sia mai uscito da The Point. Bax le fa paura, risveglia in lei sentimenti che non avrebbe mai pensato di provare. Ma a Dovie non serve molto per capirlo: certe volte le persone migliori per noi sono proprio quelle che dovremmo evitare…




Dopo la Tattoo Series che ho amato tantissimo, colei che per me ormai è la fantastica Jay Crownover, ora ci propone Bad Love, primo romanzo della " Welcome to the Point Series". Entriamo in un mondo del tutto diverso, dai toni più cupi, dove protagonista indiscussa è “la strada”. Il romanzo è ambientato a The Point, luogo immaginario che rappresenta il quartiere malfamato dove la delinquenza regna sovrana, dove i ragazzini sono già adulti, costretti a crescere prima del tempo per riuscire a sopravvivere. Pertanto, usciamo dall'ottica del Marked, che ci ha presentato sempre ragazzi sfacciati e arroganti ma "bravi ragazzi" in ogni caso, ed entriamo nel mondo dei Bad Boys, di quelli che sono non cattivi ragazzi ma ragazzi cattivi, perché la differenza c'è... eccome se c'è. Abituiamoci dunque a colui che di buono non ha proprio niente e che è difficile da amare, come dice la stessa autrice.

Conosciamo quindi Shane Baxter, detto Bax, il cattivo per eccellenza, ladro, appena uscito dal carcere dopo cinque anni scontati per evitare che finisse dentro il suo migliore amico Race Hartman, unica persona che conta davvero nella sua vita, oltre alla madre.
Beh, che volete che vi dica, per quanto Bax sia il peggiore individuo che si possa incontrare, io l'ho amato da subito! Il fascino del tenebroso, con quella stella tatuata all'angolo dell'occhio sinistro, e che vuole rompere la faccia a tutti, colpisce, e non c'è niente da fare!!
Uscito di prigione, Bax viene a sapere che Race è scomparso dalla circolazione e non si capisce in che razza di guaio si sia cacciato, ciò che è sicuro è che c'è di mezzo Novak, ossia il boss, il re della città che controlla ogni genere di traffico illecito e può decidere della vita o della morte di chiunque, temuto da tutti eccetto da Bax.

" Era spietato, crudele. Era un intoccabile ed era una leggenda sia a The Point che fuori dai suoi confini".

Le ricerche sulla scomparsa dell'amico portano Bax ad una misteriosa ragazza dai capelli rossi: Dovie Pryce, che si scopre essere la sorellastra, da parte di padre, di Race. Dovie è una ragazza gentile, "dalla parlata sveglia" , cresciuta tra case famiglia e famiglie adottive, che ha sempre tentato di fare la scelta giusta e di prendere decisioni che potessero tenerla lontana da posti come The Point, ma che inevitabilmente ha finito col ritrovarcisi invischiata.
La narrazione, con l'alternanza dei punti di vista, ci offre una doppia visione della vicenda: quella fuorilegge di Bax, alla guida della sua Runner, e quella di Dovie, pronta a fare qualsiasi cosa pur di salvare il fratello, anche stringere un patto con questo ragazzo pericoloso e attraente.

"Avendo trascorso un’ora in sua presenza, ero pronta ad ammettere che Bax emanava vibrazioni negative e pericolose che mi davano una qualche speranza – volevo credere di aver incontrato il salvatore di mio fratello. Ma non riuscivo a non pensare a quegli occhi. Se non sentiva niente, niente di niente, era possibile che tenesse a Race al punto di ritrovarlo e tirarlo fuori dai casini?"

Bax è un delinquente, di bell'aspetto ma comunque un delinquente, uno di quelli veri, che ha intrapreso questa brutta strada per badare a sé stesso e a sua madre, stereotipo della donna spiantata che non riesce a rimanere sobria, a tenersi un lavoro e che ha pessimo gusto in fatto di uomini. Un ragazzo di soli 23 anni che si porta dietro un bagaglio emotivo più grande di lui.



"Avevo cominciato a rubare ancora prima di capire bene cosa stavo facendo, perché ero stufo di fare la fame".


"Non ero un maestro di scelte sagge e vita sana, ma conoscevo i miei punti di forza, li sapevo sfruttare e sapevo badare a me stesso. A qualsiasi costo".



L'autrice ci porta in un viaggio attraverso le strade di The Point, tra locali di spogliarelliste e incontri di combattimento che ci fanno sentire l'odore e il sapore acre del sangue. Una realtà cruda, dove il ragazzo cattivo dagli occhi scuri pieni della più profonda ira, che ribolle di rabbia da così tanto tempo, ora si trova a volere questa ragazza che appare come un balsamo per i pezzi disastrati della sua vita, ma troppo buona per uno come lui.



"Non potevo far finta che non me ne importasse nulla, ma non potevo nemmeno far finta che nn meritasse di meglio".

Proseguendo con la lettura, si capisce che questo ragazzo cattivo in realtà cattivo non è: Bax è soltanto la dura corazza che nasconde Shane; Bax è colui che vuole negarsi la felicità perché Dovie merita di meglio, ma la verità è che il meglio per Dovie è solo lui.
È un ragazzo in cui convivono due versioni di se stesso completamente distinte, che la nostra cara Dovie amerà incondizionatamente, portando ad un amore a cui lo stesso Bax, nonostante tutto, non potrà sottrarsi.

"Quando pensavo a lei, tutto quello che sentivo era un'ondata di luce. La breve parentesi in cui era stata parte della mia vita mi aveva restituito il respiro".

In conclusione, tra suspense, colpi di scena e un amore che colpisce al cuore, il romanzo conferma la bravura dell'autrice che anche in questo caso, nonostante l'ambiente crudele, riesce a tenerci incollate alle sue pagine fino alla fine.
E se pensate che possa trattarsi della classica storiella della ragazza dolce e tenera che fa innamorare il ragazzo cattivo facendolo diventare buono, allora vi sbagliate! C'è molto di più di quanto possiate pensare, e starei qui volentieri a raccontare tutto ciò che succede all'interno di ogni singola pagina, ma non si può. Perciò vi invito calorosamente alla lettura per godere pienamente dell'intera vicenda narrata.






Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+