.

.

lunedì 15 maggio 2017

Recensione "Il segreto di Riverview College" di Susanne Goga

Salve a tutti,
oggi Jessi ci parlerà de "Il segreto di Riverview College" di Susanne Goga uscito il 16 Novembre 2016 grazie a Giunti.

Buona lettura!



Titolo: Il Segreto Di Riverview College
Autore: Susanne Goga
Editore: Giunti
Genere: Giallo
Data D'uscita: 16 Novembre 2016


Londra, 1900: dopo la morte prematura dei genitori, Matilda Gray ha promesso a se stessa di diventare una donna forte e indipendente, e finalmente ha realizzato il suo sogno: lavorare come insegnante di letteratura in un istituto esclusivamente femminile, il prestigioso Riverview College, che si erge imponente dietro una cancellata decorata da unicorni e centauri. Ma al rientro dalle vacanze estive, una notizia inaspettata accoglie Matilda: Laura Ancroft, una delle sue allieve più esuberanti e dotate, è partita per un viaggio con il suo tutore e non rientrerà a scuola. Proprio Laura che, con tutta la passione e il coraggio dei suoi diciassette anni, recitando i versi di una poesia aveva confessato a Matilda di essersi innamorata di lei. Qualcosa però non quadra: perché nessuno, nemmeno la compagna di stanza di Laura, ha più avuto sue notizie? E perché la preside vuole a tutti i costi mettere a tacere la vicenda? Poi, una mattina di ottobre, Matilda riceve una cartolina e scopre sotto i francobolli un messaggio cifrato, che la conduce proprio nella stanza di Laura: lì si nasconde un vecchio diario segreto. Chi è l’autrice di quel diario che data addirittura 1600? E cosa c’entra tutto questo con la scomparsa di Laura?



Londra  Giugno 1900.
E' una meravigliosa giornata di fine anno scolatisco, miss Grey, giovane docente di letteratura, si appresta a salutare le sue alunne, invitandole a passare una bella estate, per essere nuovamente fresche e ricominciare l'anno a settembre.

Mentre si dirige verso la sua classe vuota, un'alunna, Laura Ancroft, la raggiunge e dopo aver preso coraggio, attraverso una poesia di Michael Field, le dedica sia le parole che il suo amore saffico.


"Quindi non mi giudicherà male per questo?"


Al rientro dalle vacanze, l'insegnante, miss Matilda Grey, non nota immediatamente l'assenza di Laura, presa dalla passione nel raccontare alla classe la storia di Ada Lovelace, ma sarà Dora a farle presente che Laura, molto probabilmente, non rientrerà mai più a scuola.






Matilda aveva pensato tanto alla sua alunna durante l'estate, e sperava di non averla ferita troppo attraverso quel suo rifiuto. Ma ora, non ritrovarla in classe, le erano tornati i sensi di colpa: avrebbe potuto, forse, risponderle in altra maniera? Impossibile. Londra stava andando avanti e faceva enormi progressi, sopratutto per le donne che, per anni, erano obbligate a conoscere solo musica, ricamo e buone maniere, ma non questo... l'amore saffico era ancora qualcosa di proibito, un' etichetta nera nella società.



"Così, quel giorno di fine estate, in giardino, si chiese se non fosse per colpa sua che Laura non era tornata a scuola."


Matilda ha occasione di incontrare la Preside Haddon, che superati i convenevoli, approfitta dell'autorità della donna per chiedere notizie di Laura.
Miss Haddon riferisce a Matilda della brutta tosse che ha colpito in estate la ragazza, e del suo bisogno tranquillità e di clima mite, consigliato dai medici, che porterà sia lei che il suo tutore a viaggiare in paesi come l' Italia e la Grecia. Pertanto, la sua salute cagionevole la terrà, purtroppo, lontana dal suo rientro a scuola.
La Preside Haddon nota immediatamente la delusione negli occhi di Matilda, e ci tiene  a sottolineare che all'interno di quell'istituto, non vi deve essere nessuno rapporto alunna- insegnante, niente che vada al di fuori della formazione delle ragazze all'interno della classe.
Al rientro a casa, Matilda non riesce a darsi pace per quell' alunna così ambiziosa, il cui destino era quello di continuare andando all' Università e insegnare, tanto che nemmeno alla signora Westlake riesce a sfuggire questo particolare.

"<Ma ho l' impressione che ci sia dell' altro che la opprime...>"

Mrs Westlake è un' adorabile padrona di casa, aveva riservato a Matilda una camera confortevole e calda, buoni pasti e buoni servizi, in cambio la sera, la intrattiene con le vicende più disparate di Adela, la protagonista del suo libro, una buona compagnia insomma, e una buona consigliera.
Le giornate, per Matilda, passano veloci, e ogni sera la sua padrona di casa le presenta un nuovo capitolo divertente da analizzare insieme davanti a un buon bicchiere di Porto; ma è una mattina di Novembre che una cartolina nella cassetta della posta, manda in delirio la preziosa routine.

Cara Miss Gray,
I miei migliori saluti dall'Italia. La tosse va meglio. Qui si mangia benissimo e il clima è ancora molto tiepido. Presto ci sposteremo in Grecia.
Affettuosi saluti.
Sua Laura Ancroft.

Un messaggio importante per Matilda, perchè significava che Laura stava bene e, soprattuto, che non nutriva alcun rancore verso la sua insegnante.
Miss Grey cammina finalmente a cuor leggero, se non fosse per quell'ingrato istante in cui decide di riprendere in mano la cartolina e notare un piccolo puntino. Una freccia ridimensionata per non poter essere notata facilmente da occhio umano, che indica misteriosamente il francobollo.
Un messaggio nascosto dietro il francobollo, con toni estremamente drammatici, Matilda preoccupata, lascia scivolare la lente d' ingrandimento sulla scrivania.

"La mia stanza, i giochi di luce sul legno, dove cade il sole."

Con questa frase, iniziano le corse, i misteri, gli enigmi, arcani personaggi, case nascoste, cimiteri, e fantasmi.
Sarà il proffessor Fleming a condurre Matilda sotto la città di Londra, attraverso botole segrete, per riscoprire il vecchio tesoro che Laura sta cercando di nascondere, in qualsiasi modo, al suo tutore e futuro sposo.


Sono entusiasta di aver letto questo romanzo, amo la delicatezze nelle righe, mi hanno accompagnata e divertita; ci sono dei personaggi che non scorderò mai, come la signora Westlake e i suoi disordinati metodi per far girare il mondo ad Adela e farla innamorare di esotici mortali, senza mai cadere nello sconveniente.
La naturalezza degli enigmi e della loro scoperta, segue la mente senza forzarla, e si arriva comunque sempre a una soluzione che molte volte è una parte ma lascia sempre delle soddisfazioni, perchè permette alla storia di andare avanti senza scompiglio.
Ho davanti agli occhi Miss Gray, quel viso delicato e quel ricciolo biondo che spunta fuori, ribelle, dal cappellino, mi sono affezionata e mi dispiace non poterla seguire in altre vicende.
Il professor Fleming, gran ammaliatore per conoscenza e per modi, e poi, beh, il resto non lo posso dire per non rovinarvi il finale...
E' il romanzo giusto per la stagione che arriva, morbido e solare, lo consiglio alle amanti dell' avventura, del giallo e, perchè no, dovrebbero leggerlo anche le romantiche, visto che l' amore è il fulcro della storia.
Buona Lettura.


Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+