.

.

lunedì 17 luglio 2017

Recensione in Anteprima "Dark Red" di CJ Roberts #2 Captive Series

Salve a tutti amici,

oggi Ersida ci parlerà in anteprima del secondo capitolo della serie Captive di CJ Roberts, Dark Red, in uscita oggi 17 luglio grazie a Newton Compton Editori.

Buona Lettura!



Titolo: Dark Red
Serie: Captive Series #2
Autore: CJ Roberts 
Editore: Newton Compton 
Genere: Dark Romance 
Data di uscita: 17 Luglio 2017


Qual è il prezzo della redenzione?



Salvato dalla schiavitù sessuale da un misterioso agente pakistano, Caleb porta il peso di un debito che dev'essere pagato con il sangue.
La strada è stata lunga e costellata di incertezze, ma per Caleb e Livvie sta per finire tutto.
Finirà per rinunciare alla donna che ama pur di avere vendetta? O sarà lui stesso a sacrificarsi?




La serie Captive è così composta:

Dark Blue – 17 agosto 2016 (Recensione
Dark Red - 17 Luglio 2017
Epilogue Prossimamente
Allora ragazzi, inizio dicendovi che, se non avete letto il primo libro, non leggete questa recensione perché potrebbe contenere degli spoiler del capitolo precedente e non vorrei rovinarvi la lettura...


Alcune storie non sono in bianco e nero

Non potrei iniziare meglio questa recensione se non con questa frase, perché la storia fra Livvie e Caleb non è bianco su nero. Non è giusta o sbagliata. Non è amore o odio...
Ma è una storia piena di colori, piena di contraddizioni, di cosa crediamo sia giusto o no, e piena, piena di emozioni...

Vi ricordate come era finito il primo libro? Beh, io no perché è passato un po' di tempo, ma ho riletto le ultime due pagine, ahah. Abbiamo lasciato una Gattina maltrattata e picchiata malamente da un gruppo di motociclisti e salvata da Caleb, e nel momento in cui loro condividevano un po di intimità, arriva un sms da Rafiq che lo avvisa che sta arrivando per la ragazza...

Ammetto che all' inizio mi sono persa un po', perché il secondo  libro inizia con una scena nel presente, con Livvie in ospedale che viene interrogata dall'agente Red e seguita dalla psicologa Sloun. Lei, che se non collabora potrebbe essere accusata di aver a che fare con i terroristi, è una Livvie che soffre per le ferite nel corpo e nell' anima per la morte del suo amato Caleb...
Cosaaaa? Che passaggio mi sono persa?   
A Livvie non interessa soffrire, non interessa essere accusata, ormai ha perso lui e niente sembra farla scuotere dal suo stato d'animo...





Ed è cosi che Livvie inizia a raccontare all'agente e alla sua psicologa la storia di cosa sia successo in quella stanza d'albergo, di cosa sia accaduto dopo, fino ad arrivare a dove si trova ora...

Lei cercherà in tutti modi di far cambiare idea a Caleb, di non lasciarla, di non portare a termine il suo lavoro, e lui dall'altra parte, anche se inizia a provare delle cose per la sua Gattina, non può dimenticare tutto quello che Rafiq ha fatto per lui e cerca vendetta...


Ho vissuto una vita orribile. Ho fatto cose terribile, incredibili. Devi saperlo, non mi dispiace. Non ho mai ucciso nessuno che non se lo meritasse. Le cicatrici sulla schiena sono la minima parte di quello che ho patito. Ed e solo grazie a Rafiq che sono vivo...

Per lui Rafiq è tutto: un genitore, un fratello, un amico... E' lui che lo ha aiutato ad uscire fuori da quell'inferno. E' lui che lo ha aiutato ad ammazzare il suo padrone... Nessuno è venuto in suo aiuto quando ne aveva bisogno, nessuno dei suoi familiari lo ha cercato: nessuno...
Per questo Caleb ha questo debito così grande verso Rafiq... E se lei gli chiede di tradirlo, allora non lo accetterà mai per quello che è: un assassino.



Non so come fartelo capire. Non so come dirti quando gli devo. Gli devo tutto! Ma che dio mi aiuti non posso....

Ma Rafiq è veramente tutto questo? O è colui che ha pianificato qualcosa di più grande e che tiene Caleb all'oscuro? E come reagirà Caleb quando saprà ogni cosa??

Dall'altra parte, Livvie vuole che lui scelga lei, che accetti i sentimenti che iniziano a fiorire fra di loro, che lasci tutto indietro, che scappino insieme, e che si dimentichi della vendetta. Che ami lei...  Non accetta che lui non senta niente per lei, anche perché qualche volta aveva dimostrato che ci teneva a lei...
Per Caleb, invece, sembra che Livvie gli stia chiedendo l'impossibile, e cosi preferisce che lei lo odi perché non può fare diversamente... deve portare a termine il suo compito. E fa di tutto affinché lei accetti il suo destino. La umilia, la maltratta fisicamente e psicologicamente... Perché è questo che lui è, un mostro... Un mostro che ha perso la sua anima tanto tempo prima...



Ogni volta che penso che cambierai idea, ogni volta che mi concedo di sperare, tu mi schiacci. Fai    tutto a pezzi! A volte penso di odiarti, cazzo. A volte so di odiarti. Eppure... eppure, Caleb, io ti  amo. Mi affido a te. Ti credo quando dici che andrà tutto bene...

Livvie non sa più cosa fare, si sente in trappola da tutta questa situazione e anche da se stessa. Ama Caleb, e questo suo comportamento la sta spezzando in due: da una parte la mente che cerca di farla ragionare dicendole che lui è il suo aguzzino, dall'altra parte il cuore, che cerca di salvare Caleb.





Lo so, sono di parte quando si tratta di un libro dark, ma che ci posso fare? Le emozioni che mi trasmette questo genere difficilmente gli altri lo fanno.
Questo libro è stato un'altalena di emozioni, rabbia, dolore, tristezza, affetto e amore...
Rabbia verso Caleb, verso Livvie o atri personaggi del libro. Dolore per Livvie e quello che deve subire. Per quel bambino che a sei anni è stato rapito per colpe di persone che neanche conosceva. Amore per queste due povere anime, che non si sa quale ha piu bisogno di essere salvata. Due anime spezzate che insieme, forse, guariranno...




Anche se all'inizio ho fatto un po' di fatica ad entrare e a capire di chi si stava parlando, la storia mi ha rapita e sono finita a girare l'ultima pagina senza rendermene nemmeno conto... La scrittrice è stata molto brava ad alternare passato, presente e infanzia di Caleb contemporaneamente, facendo vivere delle emozioni cosi vere e crude in questi personaggi che soffri insieme a loro...
Anche se c'è un terzo libro, possiamo dire  che la storia qui si conclude, perché il terzo sarà più che altro la storia di Caleb, che racconterà dal suo punto di vista, i momenti più brutti che ha vissuto...
Che dire, solamente leggete questa storia perché merita...




Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+