.

.

giovedì 2 giugno 2016

Recensione "Ian #DontBoxMeIn" di KeyGenius

Cari amici lettori,
oggi vi parlo di Ian #DontBoxMeIn, quarto libro della serie Oltre la Carne, di KeyGenius, uscito il 17 maggio, self published. Pur facendo parte di una serie, il libro può essere letto anche da solo, non serve necessariamente per forza leggere i libri precedenti (anche se li consiglio) perché l’autore molto saggiamente, ha messo dei riassunti all’inizio che io ho particolarmente gradito, perché in un attimo ho ricordato cosa era successo nei volumi precedenti e da dove poi ripartiva la storia di Ian. E dopo tanta attesa devo dire che tutto è stato davvero emozionante.

cover 1



TITOLO: Ian #DonBoxMeIn AUTORE: KeyGenius EDITORE: sel published USCITA: 17 maggio GENERE: Romance Contemporary

Titolo: Ian #DonBoxMeIn
Autore: KeyGenius
Editore: Self published
Uscita: 17 maggio
Genere: Romance Contemporary

Dor(Ian) si svela in prima persona senza filtri.
La matrioska che Andrea gli ha regalato a Natale, ora prende forma e colore.
In questo nuovo capitolo della Saga “Oltre la carne” lui racconta la sua infanzia a Colle Fiorito, in Toscana fino al college in America e l’incontro con Jack Goodchild, un broker di Wall Street. Personaggi nuovi e al contempo già familiari come Feng e Becca saranno mostrati in una nuova luce. Soprattutto Nicolle, il suo tormento e il suo grande amore tabù per la società, ma non per lui.
Ian confronta e ricorda il suo passato alternandolo al presente.
Lo avevamo lasciato in volo verso Los Angeles e così lo ritroviamo mentre cerca di salvare l’Agenzia Conte Dorian dal tradimento di uno dei suoi più preziosi collaboratori che ha rivelato alla stampa l’identità di Key, il fotomodello del momento.
La campagna di Calvin Klein è compromessa e Ian troverà la soluzione in un film di Francis Ford Coppola: Rumble Fish. Un’idea che attraversa le generazioni, un hashtag nuovo e unico per lanciare un messaggio di libertà e tolleranza verso chi è diverso. Perché Ian è speciale e combatte una battaglia silenziosa dentro se stesso ogni giorno. Lui vuole solo capire le cose e le persone e vuole avere una vita normale come tutti gli altri, ma non è facile quando si sente la sinfonia speciale del mondo e non lo si può dire a nessuno per non essere giudicati sbagliati.
#DONTBOXMEIN è il suo hashtag, forse sarà anche il vostro.
Una storia che si bilancia tra gli anni ‘90 e oggi, tra i cambiamenti della società e le rivoluzioni tecnologiche con una sola costante: l’amore per una donna.
Dal verbo di Jack: “Devi conoscere le regole del mondo prima di poterle infrangere.”



Serie Oltre La Carne:

1. Cuore di Carne
2. Cuore di Ferro
3. Cuore d’Acciaio
3.5. Caos di Carne
4. Ian #DontBoxMeIn

cover 5


recensione
Che dire??? Ci sono libri che mi lasciano senza parole per le grandi emozioni che trasmettono, per il modo in cui mi cattura e mi trasporta via in una sorta di oblio… parole che escono fuori dalle pagine e mi avvolgono in un vortice di tormento e beatitudine, sensazioni uniche e diverse che fanno in modo che la storia rimanga indelebile. Ed è proprio questo che mi aspettavo dal capitolo dedicato a Dorian, conosciuto già in Cuore di Carne e Cuore di ferro, aveva da subito catturato la mia attenzione, sia per il suo personaggio emblematico, sia per il suo modo di fare. Si percepiva subito la grande battaglia interiore che il nostro Conte aveva combattuto e continua ancora a combattere. Io l’ho aspettato veramente con ardore, per lungo tempo perché ovviamente l’autore ci ha fatto sudare per bene questa storia, ma devo dire che l’attesa ne è valsa tutta. Una storia come la volevo io: cruda e reale, emozionante e disperata, senza filtri, nuda e dolorosa, avvolta dal profumo delle vigne toscane, quel profumo di casa nostra, della terra e della tradizione. Mi sono particolarmente emozionata durante tutta la lettura, perché KeyGenius ha saputo tessere ogni singola parte della storia, tra passato e presente, facendo emergere situazioni forti che mi hanno distrutto e poi riparato il cuore. Sempre e solo un continuo contrastante di sensazioni che ripeto ancora, volevo nella storia di Ian.
cover 3

Non voglio fare il riassunto della storia perché toglierei la magia di questo libro, e credo che chi ancora non l’abbia letto, debba assaporare ogni singola emozione e viverla al cento per cento. Ian va solo scoperto e vissuto, perché è uno di quei personaggi in grado di stravolgerti la vita e che, una volta incontrato, difficilmente riesci a dimenticare. E’ un ragazzo semplice, reale e molto speciale che, nonostante l’infanzia l’abbia messo a dura prova, come pure il periodo dell’adolescenza, Ian è riuscito a superare gli ostacoli che la vita gli aveva posto davanti, diventando un uomo dall’animo sensibile. Un personaggio vero con mille sfaccettature che punta dritto al lettore, che ti scruta con quegli occhi scuri, profondi, tormentati, vivi che trapassa l’anima e guarda oltre. La vita di Ian è piena di curiosità ed emozioni forti, di voglia di riscatto su tutto e tutti, di avere il potere di decidere da solo della propria vita. E’ un ragazzo moderno ma allo stesso tempo ricorda altri tempi con il suo modo di fare elegante e naturale.

cover 4

Si capisce bene ora la sua relazione con la “dama bruna” Nicolle, un amore proibito e doloroso che porta chiuso a lucchetto dentro di sé, ma che non può farne a meno perché loro due sono un’unica cosa, si completano, sono pezzi che si incastrano necessari.

In questo libro conosciamo il mentore di Ian ovvero Jack, che l’autore ci ha deliziato con il “verbo di Jack”, che con i suoi consigli direi anche piuttosto forti e intensi, ha forgiato parte  dell’uomo che Ian è poi diventato. Ho percepito per tutto il tempo, come se Ian volesse parlarmi e consigliarmi, facendomi toccare con mano la sua esperienza, coinvolgendomi in prima persona vivendo tutto insieme a lui. Non lo so…in alcuni momenti ho sentito il suo sguardo su di me, la sua presenza fisica, il suo profumo…oddio vaneggio. Ma forse qui sta proprio la bravura dell’autore: ha saputo creare un personaggio straordinario in grado di scombussolare, con piccoli gesti e grandi parole, il cuore dei lettori…o almeno il mio di sicuro. Forse perché Ian è quel ragazzo/uomo speciale che si mette a nudo, facendosi conoscere per le sue insicurezze, paure, fragilità, debolezze, i suoi lati oscuri, che combatte con quella sua forza vitale riscattandosi dalle ingiustizie e dalle cattiverie delle persone che lo hanno circondato in passato e che lo circondano nel presente. Non lo so…è come se ci fosse un Ian in tutti noi. Dico questo perché sotto molti aspetti ho ritrovato me stessa in Ian; lui dà tutto alle persone ma con la sua empatia, fa in modo di rimanere sempre con la guardia alta perché, nel tempo, ha imparato a proteggere il suo cuore dalle persone che lo feriscono e che lo tradiscono alle spalle. Appare come un uomo chiuso e schivo, ma è solo uno scudo per non soffrire e sopravvivere. Ecco, in alcuni momenti della mia vita, anche io mi sono sentita di proteggere il mio cuore, come se mi fossi ritrovata chiusa in una gabbia e buttata via la chiava, perché mi accorgevo che più davo e più in qualche modo, rimanevo "fregata", apparendo anche agli occhi degli altri fredda e impassibile, ma vivendo nella mia anima una battaglia assurda di emozioni difficile da controllare. Forse anche per questo ho avuto un'alchimia da subito con Ian...non lo so!!!

cover 2

In questo libro ho adorato in particolar, modo come li ho chiamati io, “i capitoli ponte” cioè quelli intitolati #DontBoxMeIn, che sono incastrati alla perfezione come a voler collegare le varie situazioni tra loro ma anche a separare il passato e il presente. Sono una sorta di riflessioni, di ricordi chiusi in una scatola che vogliono ritornare a vivere e che fanno appunto da “ponte” tra una vita che in qualche modo si vuole riscattare e una che sta andando avanti anche come conseguenza del vissuto. Io li ho trovati veramente intensi e danno ancora più impatto a tutta la storia. Questi passaggi temporali tra passato e presente, non disorientano il lettore come si potrebbe pensare, ma arricchiscono e completano situazioni e momenti essenziali per lo sviluppo della storia stessa e devo dire che KeyGenius è riuscito pienamente in questo lavoro molto accuratamente. Come poi non parlare dello stile: assolutamente coinvolgente, fluido e poetico, rende la lettura piacevole e accattivante, in particolare sono rimasta colpita dallo stile adottato per descrivere le scene hot: vive, dirette, passionali e di forte impatto emotivo. Ma questo lo lascio scoprire direttamente a voi non entro nel dettaglio.

cover 6

Ho detto poco ma solo perché non voglio spoilerare troppo perché la storia è ancora in divenire e spero che KeyGenius non mi faccia aspettare tanto perché ormai sono completamente dipendente da Ian.


Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+