.

.

martedì 24 gennaio 2017

Recensione in Anteprima ''Whispers and the Roars'' di K Webster

Ciao carissimi amici,
oggi la nostra Ersida ci parla del nuovo dark romance di K WebsterWhispers and the Roars, pubblicato il 6 dicembre negli USA. Vi lascio in compagnia delle sue parole e di alcuni piccoli estratti.

Buona lettura!


Quando i miei occhi sono chiusi, il mostro non può vedermi.
Quando canto una canzone nella mia testa, il mostro non può sentirmi.


Quando fingo che la mia camera è un parco giochi dove gioco a nascondino, il mostro non può trovarmi. Il buio dovrebbe spaventarmi. Dovrebbe preoccuparmi perché potrei trovare altri mostri... mostri più spaventosi di lui. Ma io non ho paura. È sicuro qui. Quando sono dentro la mia testa. Lui. Non può. Mai toccarmi.




Questo è il mio consiglio: iniziate questo libro senza leggere nessun commento e nessuna recensione. Buttatevi a occhi chiusi e vedrete che non ve ne pentirete e vi godrete questa bellissima lettura. Lo ha scritto l’ autrice quando ha pubblicato il libro, io mi sono fidata e così ho fatto; ed è per questo che do lo stesso consiglio a voi.

Quando ho saputo dell’ uscita, ho pensato, uno: che non me lo sarei perso assolutamente, come sapete, adoro questa scrittrice. Secondo: è un dark e mi piacerà sicuramente. Riguardo al primo punto non mi sono sbagliata, sul secondo, ho qualcosa da ridire. Questo non è il classico dark. Non parla del solito passato difficile, delle persone arrabbiate con il mondo, della vendetta e cosi via. Eh no, questo libro posso dire sia una rivisitazione del dark, e che la Webster ne è la creatrice.

Iniziamo a parlare un po’ dei personaggi e della storia.

Conosciamo Kady, una donna distrutta di 29 anni, che vive una vita piena di paura, stanca di combattere i mostri del suo passato e in preda al PTSD (disturbo post-Traumatico da Stress, che da poco è stato riconosciuto come un disturbo, e la conseguenza di un evento o una sequenza ti eventi, che minaccia l'integrità stessa della coscienza). Vive una vita da reclusa; l'unico momento in cui  spegne i rumori nella sua testa, è quando si siede al pianoforte e suona, lasciando che la musica le calmi l’anima…

Sono in grado di mettere a tacere quei ruggiti. Di trasformarli in sussurri. Lasciare che la musica inondi la mia anima e anneghi gli orrori del mio passato. Quando gioco, sono contenta. Anche se solo per un po '.

Yeo, invece , è un uomo che è stato sempre innamorato di Kady, da quando aveva 10 anni. Ha sempre pensato a lei come la sua anima gemella. Kady cerca di allontanarlo perché pensa di non essere abbastanza per lui, soprattutto perché il padre di lui condivide questo pensiero. Lo manda via per far sì che realizzi il suo sogno, quello di diventare un medico. Ed è proprio quello che ha fatto lui: se n’è andato, si è laureato ed ora è tornato, reclamando Kady come sua e non si fermerà fino a quando non avra’ raggiunto il suo obiettivo.



E questo e solo l'inizio della storia. Una storia piena di emozioni e di dolore.

Inizi a leggere e pensi di capire certe situazioni e di avere le risposte a certe domande… e invece niente è come sembra, perché si sa, la nostra mente è un’arma a doppio taglio, ci può distruggere in mille pezzi, così come può raccogliere questi pezzi e farci rinascere. Ci può proteggere dal mondo intero, cosi’ come, dall’altra parte, ci può buttare in pasto al male, quel male interiore a cui è difficile strappare le radici. Ed è questo che che la sua mente fa con Kady: da una parte la protegge, dall’altra la distrugge. Ma Yeo cercherà con tutte le sue forze di amare tutti suoi pezzi e di guarirla...


Ci sono altri personaggi che conoscerete in questo libro e che gireranno intorno a Kady,  personaggi che amerete e odierete. Bones lo amerete e Norman lo odierete. Perché si sa, il nostro io ha mille facce, e in base alla nostra crescita emergerà il più bello o il più cattivo di noi. Kady avrà la sfortuna di conoscerli entrambi...

Non avevo dubbi sulla bravura di questa scrittrice, ma per l'ennesima volta ha superato le mie aspettative. Questo libro è il top e posso dire assolutamente il migliore che ho letto nell'ultimo anno.







Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+