.

.

giovedì 30 marzo 2017

Recensione "Desiderando Te" di Jennifer Probst #5 Cuori Solitari

Cari amici lettori,

oggi vi parlo di Desiderando te, il quinto capitolo della bellissima serie “Cuori Solitari” della mia amatissima Jennifer Probst, uscito il 16 marzo grazie alla Corbaccio. Ritorniamo insieme a Verily e gustiamoci questa storia nata e finita in una notte di qualche anno fa ma che grazie al nostro amico viola, “il libro degli incantesimi”, è destinata a continuare. Questa è la storia di Izzy e Liam.



Titolo: Desiderando Te #5
Autrice: Jennifer Probst
Editore: Corbaccio
Genere: Contemporary Romance
Uscita: 16 marzo 2017

Sei anni prima Isabella MacKenzie aveva incontrato Liam al college: gentile, comprensivo affascinante: avevano trascorso una notte insieme. Una notte in cui era successo qualcosa di magico e indimenticabile. Una notte, tuttavia, in cui Isabella era entrata nel tunnel buio della droga e Liam si era volatilizzato. Sei anni dopo Isabella si è rifatta faticosamente una vita, adesso lavora come receptionist all’agenzia Kinnection e spera anche lei di trovare l’amore della sua vita. Finché non le compare davanti l’ufficiale William Devine… Liam. Anche lui è diverso ed è alla ricerca di una donna con cui stabilire un rapporto più vero e profondo. Non può farsi sfuggire questa seconda occasione e sarà disposto a fare di tutto per dimostrare a Isabella di essere l’uomo giusto per lei.


SERIE CUORI SOLITARI:

1 - Cercando te 
2 - Sognando te
3 - Trovando te (qui recensione)
4 - Aspettando te (qui recensione)
5 - Desideranto Te
6 - Volendo Te (agosto 2017)


E ci risiamo un’altra volta!!! Ma che devo fare con la Probst io???? Perché scrive libri così belli, intensi, emozionanti e chi più ne ha più ne metta? Però, cari amici, un difetto grosso grosso purtroppo questo libro lo ha… E sì, avete capito benissimo… Perché questo capitolo è veramente troppo, ma troppo, ma troppo breveeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!! Ohhhhhhhhhhh!!!! Io ne volevo di più e di più e di più!!!!! Uff!!! Vabbè dai, prima di parlarvi del libro è necessaria una piccola premessa: come dicevo sopra, i protagonisti di questo libro sono Isabella McKenzie e William Devine. Isabella (Izzy), è la sorella di Alexa, protagonista di Contratto Indecente, e gemella di Genevieve, che ritroviamo invece in Trovando Te, terzo libro di questa serie. Mentre William (Liam), è il collega di Stone Petty, protagonista maschile di Aspettando te, quarto volume sempre di questa serie.
I due sono agli antipodi… Chissà se questa volta il libro degli incantesimi riuscirà a sortire l’effetto desiderato???

"Il coraggio è la capacità di resistere alla paura e di dominarla, non assenza di paura."

Prima di tutto dobbiamo fare un salto indietro di sei anni, ovvero a quando Izzy era una ragazza difficile, irrequieta e problematica, e Liam sta per entrare in accademia per diventare un poliziotto. Per caso si incontrano, esattamente ad una festa universitaria, e l’attrazione tra i due è immediata, tanto da finire a letto quella notte stessa. Tra loro c’è subito una forte alchimia, infatti in poche ore condividono moltissimo e il loro legame diventa istantaneo e forte. Izzy è una ragazza senza regole, e per paura, o per non essere dipendente da nessuno, butta all’aria quello che poteva essere l’inizio di un rapporto sano, preferendo la droga e la sua libertà allo splendido ragazzo che, in qualche modo, le aveva chiesto di scegliere: lui o la droga.


Ora, sei anni dopo, il destino li fa incontrare di nuovo. Izzy, uscita dallo stato di tossicodipendenza, dopo la riabilitazione sembra un’altra persona: riaccettata dalla sua famiglia, lavora per l’agenzia Kinnection e lotta tutti i giorni per mettere a posto i pezzi della sua vita. Le sue datrici di lavoro, che abbiamo conosciuto nei libri precedenti, cercano di convincerla ad uscire con qualcuno, ma il pensiero di Izzy va sempre a quella notte di sei anni prima, a quel ragazzo dagli occhi azzurri e sinceri e dai capelli biondi. Anche sua sorella Genevieve cerca di spronarla e, infatti, riescono a trovarle un ragazzo che pare decisamente adatto a lei. Si tratta del collega di pattuglia di Stone (compagno di Arilyn), uno scapolo molto ambito e affascinante. Ma Izzy non vuole sentire ragioni: chi mai potrebbe fidarsi di lei? Chi mai potrebbe essere interessato a una ex tossica? Questo fino a quando Stone arriva in agenzia con Liam Devine e Izzy se lo ritrova lì davanti, bello e affascinante.
Dall’altra parte, Liam non crede ai suoi occhi: ha ritrovato Isabella, la donna a cui, da quella notte di sei anni prima, non ha mai smesso di pensare; lei che in poco tempo gli aveva rubato il cuore e che non gliel’ha più restituito. E adesso che è lì davanti, non ha nessuna intenzione di farsela scappare di nuovo. L’impresa per Liam sarà davvero ardua, perché Izzy non ha nessuna intenzione di abbandonarsi a lui, anche se il cuore le dice altro. Ma Liam non si arrenderà tanto facilmente perché ha deciso che Isabella deve essere sua.


“Ti amo. Amo tutto di te, passato e futuro. Ho provato a stare al tuo gioco per dimostrarti che siamo fatti l'uno per l'altra. Tu, amore mio, sei la mia metà. Ma affinché questo intero che noi siamo possa funzionare, devi lottare anche tu per me. Devi credere in te stessa quanto ci credo io, se vogliamo avere una possibilità.”

Assolutamente unica nel suo genere Jennifer Probst, e mi rendo anche conto che non è la prima volta che lo dico. Quando si tratta di contemporary romance è una vera garanzia. E, come già sapete, i punti cardini dei suoi romanzi sono proprio i personaggi, sempre ben caratterizzati e vivi, impossibili da dimenticare. Sia nella serie dei Contratti che in questa dei Cuori Solitari, ci ha regalato personaggi unici, con il marchio Probst di fabbrica. E anche in quest’ultimo libro non si è smentita. Impossibile non immedesimarsi con Izzy e Liam e, pagina dopo pagina, affezionarsi a loro.

"Con Liam diventava come un'adolescente in fregola, ma era una sensazione così piacevole. Come se dopo tanti anni vissuti in bianco e nero il mondo fosse tornato improvvisamente a colori."

Izzy è una ragazza molto fragile e dal passato burrascoso. Nonostante abbia toccato il fondo, è riuscita a rialzarsi e a trovare una via d’uscita dal tunnel della tossicodipendenza. Ha lottato con difficoltà, e ancora oggi i suoi demoni continuano a perseguitarla. Ma è anche una ragazza molto forte e determinata e, nonostante i sensi di colpa, è sincera e non nasconde la sua paura di amare. Preferisce fuggire piuttosto che legarsi a qualcuno e, magari, farlo soffrire a causa del suo percorso. E’ solo grazie alla sua famiglia, e in particolar modo a suo padre, che riuscirà a capire e a farsi amare da Liam.



Liam è, insieme a Wolfe, il mio personaggio preferito di questa serie. È un uomo innamorato, sexy, affascinate e irresistibile, elementi giusti che creano un cocktail perfetto a mandare in pappa il cervello. E non è che rinsavisci subito… Assolutamente no!!!! Ma nemmeno dopo aver finito di leggere il libro, perché Liam ti marchia, ti possiede e ti reclama, come ha fatto con la sua Isabella. E’ un uomo tutto d’un pezzo, un poliziotto e un cittadino ad hoc, che mette i bisogni degli altri al primo posto. È uno che non racconta bugie, e i suoi occhi parlano per lui. Vederlo lottare e combattere per Izzy è stato qualcosa di travolgente ed emozionante.
Come dicevo sopra, due personaggi agli antipodi, che per sei anni hanno continuato a sognare e pensare l’uno all’altra e che, infine, si sono ritrovati grazie al magico incantesimo della madre terra. Sono anche due protagonisti molto affini tra loro, e questo ve lo assicura Kate e il suo strano tocco.
Ora, lo ribadisco ancora una volta: io adoro le storie di Jennifer Probst!!! Se qualcuno non lo avesse ancora capito, amo il suo stile, il suo modo di strutturare le storie e di svilupparle. Impossibile staccarmi dai suoi libri una volta iniziati, perché mi fa sempre entrare in un vortice infinito di sensazioni, a cui non voglio mai rinunciare. E mi risucchia anima e corpo, mi fa entrare nella storia, mi fa vivere i personaggi e mi fa assaporare le ambientazioni… Ecco, diciamo che ha il potere di ridurmi in poltiglia… mi fa sciogliere come neve al sole… (Non ci fate caso eh… un periodo di stress per me questo).



Comunque, ritornando al libro… Ovviamente ne consiglio la lettura, essendo un libro breve, si legge anche in un giorno… Consiglio di leggere la serie per intero. Infatti, pur essendo libri indipendenti gli uni dagli altri, sarebbe meglio avere una panoramica precisa anche dei volumi precedenti perché, in ogni libro, ritroviamo sempre qualche piccolo cameo dei protagonisti, quindi meglio iniziare dal principio. Poi, ultima cosa… In questo volume (che in realtà sarebbe l’ultimo anche se è prevista per agosto l’uscita di una novella), la Probst mi ha messo nell’orecchio una piccola pulce… un piccolo mistero sul nostro ormai più che collaudato “libro degli incantesimi”. Che cosa mai avrà in serbo in quella sua testolina geniale???? Io aspetto con ansia!!!!!



Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+