.

.

lunedì 24 aprile 2017

Recensione In Anteprima "Ruin Me: Ogni volta che mi spezzi il cuore" di Danielle Pearl

Buongiorno carissimi amici,

oggi Claudia ci parla in anteprima di un libro attesissimo: si tratta di “Ruin Me- Ogni volta che mi spezzi il cuore”, in uscita oggi grazie alla DeAgostini, che segna l'esordio dell'autrice Danielle Pearl in Italia.

Buona lettura.



Titolo: Ruin Me: Ogni volta che mi spezzi il cuore
Autore: Danielle Pearl
Genere: New Adult
Editore: DeAgostini
Data D'Uscita: 24 Aprile 2017

Quante volte si può sbagliare e desiderare la stessa persona?


Il primo amore non si scorda mai. Eppure, la bellissima Carleigh Stanger combatte da tempo con se stessa per dimenticare i meravigliosi ricordi vissuti con Tucker Green, il suo ex fidanzato. Lui la detesta, e non vuole più saperne di lei dopo quello che è successo tra loro. Ma ora che il liceo è finito e una nuova
vita al college sta per cominciare, Carl è sicura di potersi finalmente lasciare tutto alle spalle. Una volta al campus, però, le cose non vanno come si è immaginata e una sera, durante una festa, Carl si ritrova per caso faccia a faccia con Tucker. I ricordi riaffiorano potenti, e l’attrazione che ancora li lega li travolge più forte che mai. Tucker sa di avere davanti una manipolatrice, ma non riesce a controllare il suo desiderio. È così che il passato torna a perseguitare entrambi, costringendoli a prendere una decisione molto difficile, e a fare cose che non avrebbero mai voluto. Tra passioni esasperate e segreti inconfessabili, Carl e Tuck cercano di mettere un freno alla loro storia. Ma è davvero quello che vogliono?




Per una giovane ragazza di appena diciotto anni, l’università è la ventata di libertà che si aspetta da sempre: niente genitori, nessuna restrizione, solo l’ebrezza dell’indipendenza e l’assenza di limiti alla propria vita. 
Carleigh Stanger non fa eccezione: per lei il college è la possibilità di lasciarsi alle spalle una vita famigliare disastrosa e una vita amorosa, se possibile, anche peggiore. Sebbene lei s’illuda, inutilmente, che una volta al college la sua situazione migliorerà, sa che la Hofstra University è anche frequentata dal ragazzo a cui ha spezzato il cuore e che, di conseguenza, ha spezzato il suo : Tucker Green. 
Tucker è stato il suo primo amore, la sua prima volta e il primo ragazzo da cui si sia mai sentita amata. Prima di tutto questo, però, è stato il suo miglior amico, il ragazzo con cui scherzare, divertirsi e confidarsi.  
Prima che la loro storia si chiudesse drasticamente, Carl aveva organizzato, insieme a Tuck, il suo primo anno al college: avrebbero frequentato le stesse lezioni, così da passare insieme più tempo possibile. Ma ora, dopo essere rimasta devastata dalla fine del loro rapporto, tutta questa organizzazione le sembra solo un modo per rigirare il coltello nella piaga, ancora sanguinante, del suo cuore.
Carleigh è decisa a vivere serenamente i suoi anni di college, e se per fare ciò sarà costretta a gettare alle spalle l’amore che sembra ancora provare per Tuck, niente e nessuno potrà fermarla. 
Ma Carl ha dimenticato il potere che il fascino di Tuck esercita su di lei.

“Non so cosa merito io, ma temo che la felicità sia fuori discussione.” 

Tucker ha il cuore distrutto. Mai avrebbe pensato che l’unica ragazza di cui si fosse innamorato, la ragazza che aveva sempre desiderato e che, inspiegabilmente, ricambiava i suoi sentimenti, potesse mentirgli, prenderlo in giro e spezzargli il cuore di proposito. 
Si è quindi convinto di non provare più nulla per quella ragazza, a cui aveva consegnato il cuore tempo prima: ciò che prova ora per Carleigh è solo odio e disgusto. 
Vedere Carl ogni giorno, i suoi capelli biondi e i profondi occhi verdi, però, suscitano in lui sentimenti contrastanti: si obbliga a odiarla, a disprezzarla… ma l’attrazione che continua a sentire nei suoi confronti è impossibile da nascondere e negare. 
Tuck è combattuto: come comportarsi con Carl, soprattutto ora che è costretto a svolgere con lei un progetto da cui dipende la sua permanenza alla Hofstra University?
Come può dimenticare ciò che Carl gli ha fatto, come gli ha mentito? Ma, soprattutto, come può dimenticare l’amore che ha sempre provato per lei?
Ruin me è ciò che oltreoceano definirebbero  un “second chance romance”. 


La seconda occasione è la vera protagonista del libro d’esordio di Danielle Pearl, e due giovani ragazzi gli attori principali della sua storia.
Dopo essersi amati da sempre e aver condiviso il loro amore per un breve, intensissimo anno, Tuck e Carl vedono la loro storia implodere, senza che possano fare niente per evitarlo. Apparentemente, sembra che la restaurazione del loro rapporto sia impossibile: per Carl, l’odio che Tuck prova nei suoi confronti è sin troppo giustificato e solido, e per Tuck, Carl è solo una bugiarda manipolatrice. 
Ma (tanti cuoricini ovunque per rendere ancora più romantica l’atmosfera) l’amore, quello vero, con la “A”  maiuscola, non conosce ostacolo, incomprensione o bugia, o qualsiasi altra cosa vi venga in mente che possa fermarlo. 
E, a quanto pare, l’amore tra questi due giovani è tra i più puri. 
Su questo, però, mi trovo in disaccordo, poiché da diciottenne, che del mondo sa ben poco e che ha gran parte della sua vita davanti, non credo nell’amore vero, intenso, sconvolgente, destabilizzante e inebriante a quest’età. L’amore con la “A” maiuscola sopracitato è quasi una creatura mitologica tra i diciottenni dei nostri giorni, una sorta di leggenda metropolitana a cui, quasi come un dogma, o si crede o non si crede. E chi sostiene di averlo trovato, beh, o è un ragazzo/a fortunato/a o vaneggia sotto l’effetto di una qualche pozione afrodisiaca. 
Purtroppo (o per fortuna, scegliete voi), questa era solo una mia breve, cinica parentesi per iniziare a parlarvi del libro che mi ha tenuto compagnia in questi ultimi giorni: appunto, Ruin me.

Per un attimo leggere questa storia è stato come ritornare indietro nel tempo: un attimo stavo leggendo di Carl e Tuck e quello dopo, come in un immenso déjà-vu, ero più giovane di due anni, e Hardin e Tessa erano i protagonisti della storia che stavo leggendo. 
Cosa voglio dire con questo? Semplicemente che Ruin Me  mi è sembrata una copia più carina e meno artificiosa di After. Sarà stata una sorta di somiglianza caratteriale tra le due coppie di protagonisti, sarà stata l’ambientazione collegiale dei due romanzi, ma Ruin Me, a me, ha dato questa sensazione.
Perciò, se avete letto After e vi è piaciuto, ve lo consiglio caldamente. 

“Sono furioso perche è belissima e i miei compagni l’hanno già notata. Sono furioso perché mi fa ancora un certo effetto. Sono furioso perché frequentiamo gli stessi locali, le stesse feste. Ma soprattutto sono furioso perché una parte di me ne è felice.” 

Dopo tutte le mie premesse sull’amore che i due protagonisti provano, c’è da chiedersi come sia possibile che la loro storia sia finita. 
Inconsapevolmente, Tuck e Carl non si fidavano l’uno dell’altra. Dicevano di amarsi, ma l’amore, senza la base solida della “fiducia”, è condannato alla rovina.  E così è stato, infatti. 


Carl, per i primi anni della sua vita, ha vissuto l’infanzia perfetta, con (apparentemente) il padre perfetto, la madre perfetta e il fratello perfetto. 
Una volta cresciuta, però, ha conosciuto il marcio che caratterizza la società e che sembra essere parte integrante della sua famiglia. È stata costretta dalla madre, troppo superficiale e impegnata a mantenere le apparenze, a nascondere sotto il tappeto l’enorme mucchio di polvere della famiglia Stanger. 
Per quanto Carl amasse Tuck, non è riuscita a raccontare al suo ragazzo la verità sulla sua famiglia, su suo padre. 
Il timore di essere giudicata, di non essere compresa, l’ha inchiodata a se stessa, privandola della possibilità di aprirsi totalmente con Tuck, causando così la rottura del loro rapporto. 
Io ADORO questo tipo di protagoniste, perché mi è più facile immedesimarmi con loro. Per quanto si possa essere sicure, per quanto la fiducia in noi stesse possa essere illimitata, la fiducia verso gli altri non è scontata. Solo il tempo può aiutarci a sviluppare nell’altro la fiducia necessaria a dare vita a un rapporto. E fino a quando questa fiducia non sarà consolidata, un legame profondo fra due persone è scientificamente impossibile. 
Tuck, invece, è il classico ragazzo che si scopre innamorato della sua migliore amica. Crede che tutto sia perfetto e che sia destinato a durare in eterno. Basta, però, una bugia e tutto crolla, come un castello di carte sotto il soffio del vento. Improvvisamente, l’idea che Tucker aveva della sua Carleigh, viene distorta da una sola bugia, che per quanto innocente potesse essere, fa sì che tutto venga messo in discussione. Tuck non si fida più di Carl, si sente pugnalato alle spalle, preso in giro, ridicolizzato. 
E quando la persona di cui credi di fidarti di più ti delude, non ti resta che fingere di odiarla. 
Danielle Pearl dà vita ad un amore che supera la forza devastatrice di una bugia, un amore che arde costantemente e irrimediabilmente. 

“≪Pensavo avessi rinunciato a me molto tempo fa≫ sussura. 
≪Ci ho provato, principessa≫ ammetto. ≪Ma non sarei mai riuscito. Credo che una parte di me lo abbia sempre saputo.≫” 

“Quando ami una ragazza più della tua stessa vita, non rinunci a lei… per nulla al mondo. Nemmeno per un proiettile”.

Penso che per lei sia stato un buon esordio qui in Italia, e aspetto con genuina curiosità che anche il secondo volume della serie venga pubblicato. 




1 commento:

  1. Romanzo meraviglioso, l'ho adorato dalla prima all'ultima pagina. Non vedo l'ora di leggere il seguito

    RispondiElimina

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+