.

.

lunedì 19 giugno 2017

Recensione "Credimi" di Calia Read

Salve a tutti,

oggi Anna ci parlerà del nuovo libro di Calia Read, uscito il 26 Aprile 2017 con il titolo Credimi grazie a Fabbri Editori. Seguitemi e scopriremo insieme cosa ne pensa...

Buona lettura!



Titolo: Credimi
Autore: Calia Read
Editore: Fabbri Editori
Genere: Contemporary Romance
Data D'Uscita: 26 aprile 2017
Prezzo: 6,99€ eBook - 16,90€ Cartaceo


Sono passate settecentoventi ore da quando Naomi è stata ricoverata contro la sua volontà al Fairfax, un istituto psichiatrico. Da trenta giorni si sveglia in un luogo a lei sconosciuto, vede infermiere entrare e uscire in continuazione dalla sua stanza, viene controllata senza sosta. Eppure fino a un mese prima era felice: aveva Lachlan, il fidanzato di una vita, e Lana, la sua migliore amica. E anche Max, affascinante agente di borsa determinato a sedurla a tutti i costi, per il quale provava un'attrazione tanto intensa e travolgente quanto inspiegabile, e a cui non riesce a smettere di pensare. Ma allora perché si trova lì? Come mai nessuno le crede? E perché tutte le persone a cui tiene sembrano averla abbandonata? Tutte tranne Lachlan. Ad aiutarla a rispondere a queste domande sarà la dottoressa Routledge: con lei Naomi, lentamente e con molto sforzo, tra miglioramenti e ricadute, inizierà ad aprirsi, a rimettere insieme i frammenti del suo passato. Ma la verità che verrà a galla potrebbe essere più spiazzante e dolorosa di quanto avrebbe mai potuto immaginare…



Credimi è la storia di Naomi, che inizia dal momento in cui si risveglia in un istituto psichiatrico senza saperne il motivo. Vorrebbe essere capita e ascoltata per poter spiegare che non è lei che dovrebbe essere lì, non è lei la vittima, ma Lana, la sua migliore amica, ed è suo dovere uscire per poterla aiutare e assicurarsi che sia al sicuro. Ma tutti i medici con cui parla non le danno ascolto, o semplicemente non le credono. Così Naomi perde la fiducia che dovrebbe avere in questi dottori, fino a quando non arriva la dottoressa Routledge, la quale sembra interessata ad aiutarla. Ad ogni seduta la nostra protagonista inizierà ad aprirsi e a fidarsi sempre di più, raccontando ogni volta un pezzo della sua storia che aiuterà la dottoressa, ma soprattutto noi, a conoscerla e a capire cosa le è successo, e perché si trova lì pur non essendo pazza.

Durante questo periodo, nonostante l’aiuto che riceve e le sedute, Naomi soffre di allucinazioni e non riesce a dormire se non con l’aiuto di medicinali, e l’unica cosa che la aiuta a non impazzire sono i ricordi di Lachlan e gli incoraggiamenti di Max. Ma i demoni del passato non la abbandonano così facilmente, anzi, mettono a dura prova la sua stabilità mentale. Nonostante il dolore e l’angoscia, la nostra protagonista non rinuncia alla ricerca di una verità che potrebbe non essere così facile da accettare.

Appoggio la fronte contro il vetro, desiderando la libertà con tutta me stessa. Ma non è questa lastra sottile a separarmi dall’esterno: è la verità a farlo.

E’ interamente scritto dal punto di vista di Naomi, ci sono molti flashback e in generale si alterna tra ricordi del passato ed il presente in modo eccellente. Con i ricordi dell’infanzia e dell’adolescenza conosciamo il dolce Lach e il rapporto che hanno creato negli anni; con quelli più recenti ,invece, conosciamo l’affascinante Max. E in entrambi i casi, per motivi diversi, vi innamorerete. 
Durante la lettura si percepiscono senza difficoltà le emozioni che prova Naomi di volta in volta, l’angoscia dovuta al fatto di non essere compresa e creduta, il dolore per Lana ma soprattutto, così come lei, vi posso assicurare che anche voi ad un certo punto avrete il cuore letteralmente diviso in due. Da una parte non può fare a meno di amare Lachlan, la sua costante, il ragazzo che la ama indipendentemente da tutto, ma dall’altra parte, allo stesso modo, non può rinunciare a Max che la ama, la supporta e che sarà lì per aiutarla con i problemi di Lana.

Mi sentii una traditrice, sentii di aver tradito il mio cuore, perché avevo baciato qualcuno che non era Lachlan, avevo provato qualcosa per un’altra persona.


La lettura di questo libro è stata un susseguirsi di interrogativi al quale non sono riuscita subito a dare risposta e forse, proprio per questo, non sono riuscita a staccare gli occhi fino all’ultima pagina. Devo dire che, sebbene verso la fine abbia iniziato ad intuire la tanto agognata verità, quando ne ho avuto la conferma sono rimasta senza parole, non volevo crederci, e un attimo dopo mi sono resa conto che effettivamente la scrittrice aveva lasciato indizi in tutto il libro che lasciavano pensare, ma essendo presa dai ricordi ed in generale dalla storia di Naomi, non li avevo notati, o erano dettagli che non credevo fossero degni di nota. Ma credo che lo scopo fosse proprio quello, ed è stato raggiunto alla perfezione. 





Questo libro non è facile da leggere, ha una storia abbastanza forte alla base che parla di ingiustizie, abusi ma soprattutto amore. Leggerlo vi provocherà sensazioni di tutti i tipi:dal disgusto alla gioia. Non posso dire molto altro della trama né delle pecche perché ho paura di far capire più di quanto dovrei, è un libro che si deve iniziare a leggere senza saperne troppo secondo me, quindi vi chiedo solo di fidarvi se vi dico che ne vale la pena.

Detto questo, auguro a tutte una buona lettura. 😊









Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+