.

.

sabato 17 giugno 2017

Recensione "Paper Princess" di Erin Watt #1

Cari amici lettori,

oggi la nostra Stella ci parla di PAPER PRINCESS, il primo volume della serie Royal di Erin Watt, uscito il 30 maggio grazie alla Sperling & KupferDopo lo straordinario successo negli Stati Uniti, dove ha conquistato le lettrici scalando i vertici delle classifiche e diventando bestseller n.1 del New York Times, Paper Princess è arrivato finalmente in Italia. Già acclamato come il nuovo fenomeno editoriale dell'anno, è in corso di pubblicazione in 20 Paesi e in Germania ha esordito nella Top10 dei libri più venduti.




Titolo: Paper Princess
Autrice: Erin Watt
Editore. Sperling & Kupfer
Genere: New Adult
Uscita: 30 maggio 2017
Pagine: 352


Un patto che nasconde più di un segreto. 
Un sogno fragile come carta. 
Una passione che non darà tregua. 



A diciassette anni, Ella Harper ha già imparato a sbrigarsela da sola. Sempre in fuga, dalle difficoltà economiche e dagli uomini sbagliati di sua madre, si è districata tra mille lavori per riuscire a far quadrare i conti, studiare e costruirsi un futuro migliore. Finché, un giorno, nella sua vita compare un certo Callum Royal. Distinto ma deciso, nel suo costoso abito di sartoria, dice di essere il migliore amico del padre, che lei non ha mai conosciuto, nonché il suo tutore legale. In quanto tale, sarà lui d'ora in poi a sostenere le spese per il suo mantenimento e la sua istruzione, a patto che Ella accetti di vivere con lui e i suoi cinque figli. Ella sa che il sogno che Callum Royal sta cercando di venderle è sottile come carta. Ed è diffidente e furiosa. Ma ancora di più lo sono i fratelli Royal. Easton, Gideon, Sawyer, Sebastian e... Reed. Magnetici e pericolosi, non mancano di farla sentire un'intrusa: lei non appartiene, e non apparterrà mai, alla loro famiglia. E a nulla valgono i tentativi pacificatori di Callum. Ella però non è certo il tipo che si lascia intimorire, e le scintille a casa Royal non tardano ad arrivare. Soprattutto dopo un bacio rubato, che innescherà un'inarrestabile spirale di rabbia, gelosia e desiderio. Per non scottarsi, Ella dovrà imparare presto le regole del gioco...

The royals Series:
(The royals #1) Paper Princess 
(The royals #2) Broken Prince
(The royals #3) Twisted Palace

(The royals #3.5) Tarnished Crown 
(The royals #4) Fallen Heir
(The royals #5) Cracked Kingdom


Cari lettori, oggi sono qui per parlarvi di un romanzo che sta diventando a tutti gli effetti un vero e proprio fenomeno letterario ed editoriale. Paper Princess è stato uno dei libri più attesi di questi ultimi mesi e altrettanto chiacchierato. La “Paper Princess Mania” è così scoppiata in Italia, andando ad arricchire le librerie degli appassionati del genere Young Adult. I fratelli Royal con la loro spregiudicatezza hanno già conquistato migliaia di lettrici, ingaggiando una guerra senza sconti con la protagonista e voce narrante della storia, Ella Harper. Le porte del palazzo Royal si sono spalancate, e sconvolgenti segreti non tarderanno ad uscirne.



"Questa non sarà mai casa mia. Con lo splendore io non c’entro proprio nulla, sono nata nello squallore. È ciò che conosco, con cui mi sento a mio agio, perchè non ti racconta bugie presentandosi avvolto in un bel pacchetto."

In una normale giornata di scuola, la vita di Ella Harper, una diciassettenne con un’adolescenza fatta di sacrifici e povertà sulle spalle e con il recente dolore nel cuore per la perdita della madre, viene completamente stravolta dalla comparsa di un distinto uomo dal costoso completo elegante e lo sguardo gentile: Callum Royal. Callum si presenta a Ella come il designato tutore legale, dicendole di essere il miglior amico e socio del padre defunto che lei però non ha mai conosciuto, e con le migliori intenzioni di accoglierla nella sua famiglia e prendersi cura di lei e del suo futuro. Ella è comprensibilmente perplessa e diffidente nei confronti di questo sconosciuto. Da quando aveva solo quindici anni è stata costretta dalle circostanze a diventare un’adulta responsabile, dovendosi prendere cura della fragile, volubile e malata mamma, alternando la scuola a svariati lavori part-time non sempre legali o rispettabili. 





Ella ora è rimasta sola al mondo, e nonostante la sua ostinata riluttanza ad accettare una nuova vita insieme ad una nuova famiglia, vuole sapere di più sulle sue vere origini, e dopo aver stipulato un vantaggioso accordo economico, accetta di entrare a far ufficialmente parte della famiglia Royal. Ma Ella non immagina minimamente cosa l'aspetta d'ora in poi...
Varcando la soglia dell’immensa dimora Royal, segna inesorabilmente il suo destino che porta i nomi e i volti di cinque fratelli: Gideon, Reed, Easton, Sawyer e Sebastian. Un fratello Royal in particolare sarà vera gioia e rovina per lei: Reed, un concentrato di rabbia e sex appeal che tormenta e confonde i pensieri di Ella; ma ciò che Reed e i suoi fratelli non sanno, è che questa ragazza non è la classica donzella sperduta, ma una guerriera che ha sempre preso a morsi la vita, pronta a difendersi. Le carte in tavola si rimescoleranno, nuove dinamiche si creeranno e i segreti più torbidi dell’alta società usciranno finalmente dal Vaso di Pandora...

"Credo ancora che là fuori mi aspetti qualcosa di buono. Devo solo andare avanti finché arriverà il mio momento, perché, di certo, niente di tutto questo sarebbe accaduto se non ci fosse una luce alla fine del tunnel."

Beh, che dire?! Paper Princess si è decisamente rivelato una corsa sulle montagne russe! Nonostante alcuni aspetti del romanzo rispettino i classici stereotipi dei ragazzi ricchi, viziati e annoiati, la triste storia che si cela nelle rispettive vite di Ella e della famiglia Royal, hanno reso il tutto decisamente accattivante e la lettura è davvero scorrevole. Il ritmo del racconto è molto fluido e il linguaggio molto semplice e giovane riesce a far approcciare alla lettura dai lettori più adolescenti a quelli un po' più grandicelli! Il fulcro e struttura portante di questo romanzo è senza dubbio Ella. Ella che è una forza della natura, Ella che nonostante le sue paure affronta la vita a viso aperto e cammina sempre a testa alta, Ella che lotta con le unghie e con i denti per poter avere un giorno una vita migliore e che non si lascia umiliare ne mettere i piedi in testa da nessuno, nemmeno se questo qualcuno ha profondi occhi blu e il fisico scolpito di Reed.



Ella è veramente una protagonista, passatemi il termine, cazzuta, che ha avuto come maestra una vita dura, che non le ha mai dato tregua, che le ha insegnato a rialzarsi in fretta dopo ogni caduta, e a curarsi da sola le ferite. È una ragazza realista, concreta, con un fortissimo senso del dovere, coi pedi ben piantati a terra e gli occhi ben aperti sulla realtà. Una diciassettenne decisamente fuori dai comuni standard moderni!

Nonostante nella sua nuova vita soldi e vizi le vengano offerti su un piatto d’argento, il suo senso di integrità e d’indipendenza la spingono a cercare, anche qui, un lavoretto part-time, poiché ogni soldo guadagnato col sudore della fronte ha un valore per lei che gli agi, i lussi e i privilegi non posseggono. Il suo atteggiamento stoico e spavaldo di fronte alle angherie e le ingiustizie che subisce dai suoi compagni di scuola e dai Royal, le hanno fatto guadagnare stima ai miei occhi; le sue battute sarcastiche e al vetriolo sono esilaranti e mi hanno fatto fare mentalmente la ola da stadio per lei! Ella però è pur sempre un’adolescente, e quando si tratta di attrazione fisica e palpiti del cuore, anche lei perde la testa e abbatte quei muri che aveva costruito attorno al suo cuore. 



Rapportarsi con i Royal non è certo una passeggiata; chi più chi meno, questi cinque fratelli hanno personalità e psicologie complesse. Dietro al loro atteggiamento ostile e vizioso si nascondono dei ragazzi fragili, che non sono mai riusciti a riprendersi e superare la scomparsa dell’amata madre che era il collante della famiglia Royal.
Callum è un uomo debole, incapace a fare davvero il padre, eccessivamente permissivo, poco autoritario e poco presente; senza più sua moglie accanto non sa come gestire quei cinque uragani che sono i suoi figli.
Con la comparsa di Ella in famiglia però, Callum comincia a cambiare, con lei arriva finalmente l’occasione giusta per rimettere insieme i pezzi del rapporto padre / figli. Se ci riuscirà o meno questo lo lascerò scoprire a voi!

Se da un lato c’è un padre inesperto, dall’altro ci sono dei figli che certo non rendono la vita facile a nessuno, soprattutto Reed. Ecco, lui è di certo quel tipo di personaggio facile da odiare e difficile da comprendere. Un antieroe per eccellenza, tanto bello e sexy fuori, quanto spezzato e irreparabile dentro. La maggior parte delle volte lo avrei preso seriamente a schiaffi per il suo atteggiamento supponente, davvero odioso, ma man mano che andavo avanti nella lettura cominciavo a capire che c’era qualcosa di più oltre tutta quell’apparenza da “Io sono bello e ricco e faccio quel che voglio". Una fragilità e un dolore latente che sa nascondere bene, ma che Ella è capace di scorgere. Alla fine di questo libro o lo amerete e cercherete di comprendere le sue azioni, o lo odierete con tutta l’anima, non c’è scampo! Ma mi raccomando, non date un giudizio definitivo troppo affettato, ci sono ancora tanti lati del suo carattere e della sua vita da scoprire.


Il rapporto tra Ella e Reed è fatto di tanti alti e bassi, di amore e odio e di puro e travolgente desiderio. Col passare del tempo Reed diventa sempre più protettivo nei confronti di Ella, e lei nonostante non smetta mai di tenergli testa, apre completamente il suo cuore, rendendosi conto che ciò che sente per lui vince sempre su ogni sua remora e sulla sua volontà di ferro.

Un personaggio che invece ho inquadrato già piuttosto bene è il fratello di mezzo, Easton; lui è un personaggo esuberante ed è il primo dopo svariate situazuoni sgradevoli che riuscirà a stabilire un contatto per lo meno civile con Ella, e col progredire della storia entrambi si affezioneranno moltissimo l’uno all’altra, creando infine un tenero rapporto fraterno. Easton è un personaggio più facile da amare e leggendo i primi giudizi usciti su questo romanzo, ha riscosso molto successo tra il pubblico femminile e devo dire che ha convinto anche me! Penso che Easton sia stato il ponte di collegamento che ha permesso a Ella e Reed di avvicinarsi sempre più, facendo inconsapevolmente crollare quei pregiudizi che non facevano altro che tenerli sempre sul chi va la. Quindi, viva Easton! Degli altri fratelli, il maggiore Gideon e i gemelli Sawyer e Sebastian si parla poco poichè i fratelli al centro di tutto sono sempre Reed e Easton, ma spero di vedere i loro personaggi più approfonditi nei prossimi libri.
In tutta sincerità, da come erano stati annunciati i fratelli Royal, me li ero immaginati più mostri di quello che sono in realtà, anche se comunque si impegnano parecchio per sfoggiare la loro innata bastardaggine!

Ma parliamo della cosa che più mi ha lasciata sconcertata... il finale! Tranquilli, niente spoiler! Dopo un relativo periodo di serenità e tregua in casa Royal, per Ella basta spalancare una porta per sentire il mondo crollarle addosso... un finale da batticuore che più sospeso non si può, che nemmeno un equilibrista del circo! Uno di quei finali che ti fanno venire l’insana voglia di lanciare il libro contro al muro per poi farci un bel falò! Ma si sa, queste sono le mosse strategiche che servono a catturare l’attenzione del lettore e ad alimentare a pieno regime la sua curiosità. Perciò, facciamocene una ragione.  




Il duo di scrittrici che ha dato vita allo pseudonimo Erin Watt, ha messo in scena uno spettacolo intrigante, con personaggi spontaneamente imperfetti che certo non potranno piacere a tutti, ma che se fanno tanto di attrarvi, allora non potrete fare a meno di appassionarvi a questa storia, che di favola romantica non ha nulla, ma che racconta le debolezze e le insicurezze umane in tutte le loro sfaccettature. La mia curiosità per Paper Prince ( secondo volume della serie) è davvero alle stelle! Chissà se Ella e Reed riusciranno ad avere il loro lieto fine...

Perché ricordatevi che in fondo, anche i principi non esattamente azzurri e le principesse più guerriere che donzelle indifese, meritano il loro “... e vissero per sempre felici e contenti".




Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+