.

.

giovedì 20 luglio 2017

Recensione "The Midnight Sea" di Kat Ross #1 Il Quarto Elemento

Ciao a tutti cari lettori,

oggi la nostra Anna ci parla del primo volume della serie Il Quarto Elemento di Kat Ross, The Midnight Sea edito Dunwich edizioni è un fantasy uscito lo scorso 15 maggio, vediamo cosa ne pensa Anna...


Buona lettura!




Titolo: The Midnight Sea (Il Quarto Elemento – Libro Primo)
Autrice: Kat Ross
Genere: Fantasy
Editore: Dunwich edizioni
Pagine: 300
Prezzo: 3,99 ebook -14,90 cartaceo
Data di uscita: 15/05/2017



Sono la luce contro l’oscurità.

L’acciaio contro la negromanzia dei Druj.

E usano demoni per cacciare altri demoni…

Nazafareen vive per la vendetta. È una ragazza dell’isolato clan Four-Legs e tutto ciò che sa dei Water Dog del Re è che legano a sé delle creature malvagie chiamate daeva per proteggere l’impero dai non-morti. Ma quando arrivano degli esploratori per reclutare persone con il dono, afferra al volo l’opportunità di unirsi alle loro file per dare la caccia ai mostri che le hanno ucciso la sorella.
Segnata dal dolore, è disposta a pagare ogni prezzo, anche se significa legarsi a un daeva chiamato Darius. Umano solo nell’aspetto, possiede un potere terrificante, controllato da Nazafareen. Ma i bracciali d’oro che li uniscono hanno un indesiderato effetto collaterale. Ciascuno prova le emozioni dell’altro, e l’umana e il daeva cominciano a diventare
pericolosamente intimi.
Mentre inseguono un nemico mortale lungo l’arida Great Salt Plain fino alla scintillante capitale Persepolae, dissotterrando i segreti del passato di Darius, Nazafareen è costretta a mettere in dubbio la schiavitù dei daeva e la sua stessa lealtà nei confronti dell’impero. Ma con un male antico che si agita al nord e un giovane conquistatore che controlla l’ovest, il destino dell’intera civiltà potrebbe essere in pericolo…

Il Quarto Elemento series:
1. The Midnight Sea
2. Blood of the Prophet
3. Queen of Chaos


Vorrei partire col dire che sia il titolo, sia la copertina di questo libro sono stati mantenuti come l’originale ed è stata una scelta fantastica, infatti lo stesso titolo verrà citato più volte all’interno del libro, in particolare in una storia che verrà raccontata dalla nostra protagonista, Nazafareen, e perchè è uno dei mari principali del fantastico paesaggio descritto.

Nazafareen è una giovane ragazza appartenente al Four-Legs, un clan di nomadi che si sposta in base alle condizioni ambientali e, non a caso, il libro si apre proprio con lei in procinto di affrontare l’attraversamento di una montagna durante una tormenta di neve. Qui verranno presentati i Druij, che avranno un ruolo fondamentale nella storia: sono una razza di spiriti maligni che popolano il mondo e che prendono possesso di corpi umani piegandoli alla loro volontà, ed è proprio a causa loro che Nazafareen perde la sorella minore.




Dopo questo terribile evento, la nostra protagonista vive solo per vendicare la sorella Ashraf, così, appena si presenta l’opportunità di uccidere dei Duij, senza pensarci due volte la coglie al volo, anche se ciò vuol dire entrare a far parte dei Water Dog.

«Perché ti sei offerta volontaria per i Water Dog?»

«Io…»

La mia mente si svuotò. Conoscevo la risposta, ma non volevo raccontare al magus di Ashraf. Non volevo dirgli dell’odio nel mio cuore.


In effetti, l’unica cosa che sa con precisione riguardo questi guerrieri è che per combattere utilizzano la forza dei Daeva, spiriti fondamentalmente maligni (come i Druij) con aspetto umano, che li aiutano a scovare i Druij con lo scopo di ucciderli. La scelta di unirsi a loro però, implica che così come tutti gli altri Water Dog, Nazafareen deve necessariamente legarsi ad uno di essi. Il legame viene creato tramite un bracciale che se toccato dal Daeva provoca un dolore inimmaginabile, il che assicura che il demone non tenti la fuga e ci fa capire quanta poca fiducia venga riposta in essi nonostante l’aiuto che danno. Le due persone che indossano il bracciale è come se diventassero una sola persona, condividono emozioni, stati d’animo e soprattutto, inizialmente, sono in grado di percepire l’uno i pensieri dell’altro. Quindi dal momento in cui Nazafareen verrà legata al suo Daeva, Darius, risulta chiaro che in poco tempo lo conoscerà meglio di chiunque altro e non potrà far altro che domandarsi se tutti i Daeva siano effettivamente maligni come i Druij. Creeranno un rapporto solido basato sulla fiducia e che prescinde dal bracciale, si aiuteranno a vicenda nelle varie missioni che dovranno affrontare diventando uno l’estensione dell’altro, in un certo senso.




The Midnight Sea è stata una lettura veramente intensa e molto piacevole, la trama è interessante e nulla di già sentito (almeno per me) e questo sicuramente ha fatto gran parte del lavoro. Inoltre la scrittura risulta fluida, il che, come si è potuto capire da tutte le mie recensioni, per me è importante, rende scorrevole la lettura.
I personaggi sono sicuramente un altro punto a favore del libro: sono descritti tutti benissimo, ho amato alcuni di loro tanto da affezionarmici, ne ho odiati altri e via via mi sono dovuta ricredere su altri ancora. Anche i “cattivi”, così come ho già detto, sono stati descritti così bene che nonostante li odiassi, allo stesso tempo capivo benissimo cosa li stava spingendo a compiere certe azioni ed ero quasi tentata a giustificarli, e non è una cosa banale, anzi, accade raramente.


«Torneremo per lei», disse Darius, cupo. «E quando lo faremo, sarà con un esercito alle nostre spalle.»

Tra i personaggi ovviamente l’attenzione è puntata su Nazafareen: infatti, viene presentata all’inizio del libro come una bambina felice, ingenua ed amata, com’è giusto che sia, e si arriva alla fine del libro dove avremo una donna coraggiosa, determinata, che ha imparato il valore dell’amicizia grazie a Tijah, ha imparato ad amare grazie a Darius, ma ha anche imparato che sapore hanno il tradimento, le bugie e soprattutto la delusione.

Questo è uno di quei libri che, nonostante qualche imperfezione qua e là, consiglierei tranquillamene agli amanti del fantasy. È originale, pieno di colpi di scena che vi lasceranno letteralmente a bocca aperta, quindi posso assicurare che non vi staccherete facilmente da questa storia, anzi, come me sarete impazienti di leggere il seguito. Arrivata a questo punto non posso fare altro che augurarvi una buona lettura in compagnia dei nostri Nazafareen e Darius, alla prossima! :)


Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+