.

.

lunedì 25 giugno 2018

Recensione in Anteprima "Beautiful Mistake" di Vi Keeland

Cari Amici Lettori, 

il 26 Giugno, grazie alla casa editrice Sperling&Kupfer, Vi Keeland torna nelle librerie italiane con il suo Contemporary Romance BEAUTIFUL MISTAKE.
Conoscendo lo stile dell'autrice, la nostra Claudia non ha saputo aspettare l'uscita italiana e lo ha letto per noi in anteprima in lingua originale. Scopriamo insieme cosa ne pensa e cosa ci riserva questa nuova e tanto attesa pubblicazione!

Buona Lettura!




Titolo: Beautiful Mistake
Autrice: Vi Keeland
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Contemprary romance
Uscita: 26 giugno 2018

Quando Rachel incontra per caso, nel pub dove la sera lavora come cameriera, l'uomo che ha ammaliato la sua migliore amica senza confessarle di essere sposato, lei proprio non riesce a nascondere il suo disappunto. E così, quando lui, sentendosi osservato, le si avvicina, Rachel gli riversa addosso chiaramente quello che pensa di tutti gli uomini del suo genere: bugiardi, imbroglioni ed egocentrici. Peccato che ci sia stato un errore, e l'affascinante uomo in questione non sia quello giusto.
Rachel vorrebbe scomparire. Per fortuna, le probabilità di rivederlo sono pressoché nulle. In teoria. Perché, quando il mattino dopo Rachel arriva in università per affrontare la sua prima lezione come assistente del professor Caine West, beh, lui altri non è che la vittima della sua scenata.
Il primo sguardo tra i due, nell'aula gremita di studenti, è come una scarica elettrica. E, nonostante tutto, il professor West si ritroverà presto a infrangere tutte le regole del campus per lei.






Beautiful disaster, Beautiful oblivion, Beautiful Sacrifice, Beautiful Funeral… alla luuunga lista di titoli “Beautiful” aggiungete ora Beautiful Mistake. Solo che quest’ultimo non è saltato fuori dalla magica penna della regina dei “Beautiful”, Jamie McGuire, ma dalla nuova principessa che sta pian piano conquistando le nostre librerie, destinata a diventare una regina indiscussa nel regno delle lettrici italiane.
Di chi sto parlando? Ma di Vi Keeland!
Con questo suo nuovo libro, mi sono buttata in un burrone di cui non conoscevo niente. Ebbene sì, questo è stato il mio primo libro di Ms. Keeland.
Bando alle ciance, è arrivato il momento in cui vi parlo del libro.



A volte siamo noi a creare il nostro cammino. 
Altre volte il cammino è creato per noi, e non possiamo fare altro che seguirlo. 

Potrebbe essere una storia già sentita e, in effetti, un po’ lo è: lei è Rachel, bella, solare, intraprendente, esuberante; lui è Caine, cupo, misterioso e bello quasi da far male. Lei sta per laurearsi e fa da assistente a lui, professore di musica al college.
Il loro primo incontro non lo definirei tanto “convenzionale”: dalle mie parti gridare in faccia a un emerito sconosciuto potrebbe essere visto come sintomo di una malattia mentale. Ma la bellezza sfolgorante di lui e il fascino ingenuo di lei, mandano al diavolo la prima impressione.
All’inizio la situazione non sembra pericolosa: l’attrazione fisica c’è, è logico, ma sembra essere sotto controllo.
Poi, la situazione inizia lentamente a peggiorare e così Rachel comincia a punzecchiarlo; lui, in virtù dell’alto valore professionale, declina qualsiasi possibilità di concludere con la sua assistente. 
Ah, dimenticavo di dire che, nel mentre, lui si è offerto di aiutarla con la sua tesi… e sappiamo tutti la politica di fratellanza tra professore-studente che vige in qualsiasi scuola/università.
Lei, per ripicca, decide di dare una seconda occasione a Davis, suo ex coinquilino ed ex ragazzo. Rachel e Davis escono a cena e, una volta tornata a casa, lei trova ad aspettarla Caine.
Salgono da lei, parlano… e poi credo di essermi persa qualche passaggio perché si passa da un Caine che dice “Non voglio essere licenziato” allo stesso Caine che dice “ Girati. Piegati in avanti e poggia le tua mani contro il muro”.
Certo, lui aveva confessato di essere attratto da lei, ma tra i due non vi era stato niente prima che facesse presagire una cosa del genere. Nessun bacio, nessuno sfregamento, niente.
Così ha inizio la relazione tra i due… ma qualcosa di non detto aleggia nell’aria tra di loro, perché quella sera, nel bar, non è stato il primo incontro tra Rachel e Caine.
Beh, che dire… mi aspettavo qualcosa di più ma non posso neanche definirmi del tutto delusa.
Mi è sembrata una storia già sentita, qualcosa di già letto. Potrei definirla una versione meno magnificente del professor Gabriel, ma pur sempre carina.
Rachel è la classica tipa irriverente, carina e spontanea. Per quanto la sua infanzia possa essere stata traumatica, sembra averla superata alla grande, trasformandosi in una giovane donna indipendente, onesta e laboriosa.
Dopo essere stata da sola per nove mesi, incontra Mr. Caine West e l’attrazione che scorre tra loro non può essere ignorata.
C’è voluto un po’ di tempo per convincere Caine a dare loro una possibilità, e quando Rachel ci riesce, tra i due divampa un fuoco che non riesce a essere arrestato. 


Caine West ha messo da parte il suo passato selvaggio e senza freni per una vita più controllata e tranquilla.
Sin da subito si è sentito attratto dalla giovane Rachel, ma il rapporto professionale che condividono non lascia spazio a nessun altro tipo di legame tra i due. E poi, la sua vita sentimentale non è di certo famosa per le sue relazione a lungo termine, e iniziare una relazione con Rachel significherebbe solo spezzarle il cuore.
Ma più di tutto, Caine sa qualcosa che Rachel non può neanche immaginare, qualcosa che lui ha deciso di nasconderle.
Per questo Caine cerca di spingere Rachel tra le braccia di un altro, fallendo miseramente nell’intento di allontanarla da lui.



Potresti stare meglio con lui che con me, ma sono un bastardo egoista. E sono egoista abbastanza da non andarmene via quando dovrei e chiederti di stare con me fino a quando non rovinerò tutto talmente tanto che tu correrai dall’altra parte. 





La storia tra Rachel e Caine non è di certo tutta rose e fiori. Sulla loro strada incontreranno ostacoli, segreti, paure e timori, ma riusciranno a superarli e a trovare il loro “per sempre felici e contenti”.
Abbiamo intrapreso sentieri diversi per poi ritornare da dove eravamo partiti, ma finalmente avevamo finito. Oggi era il primo giorno della nostra vita, e non vedevo l’ora di iniziarla.

Tutto sommato Beautiful Mistake è stata una lettura carina. Con POV alternati che ci fanno conoscere la Rachel del presente e il giovane Caine di quindici anni
 prima, con uno stile scorrevole e facile da leggere, quest’ultimo lavoro di Vi Keeland mi ha tenuto compagnia in questi afosi pomeriggi, facendomi sia ridere che arrossire. In un primo momento mi era sembrato di non riuscire a superare i primi capitoli: la lettura andava a rilento e non sentivo dentro di me l’impulso che mi diceva “Hey, hai quel libro da finire. Perché non lasci tutto quello che hai da fare per continuare a leggere?”. Poi la storia è riuscita a risollevarsi, diventando più coinvolgente e più intrigante. 

Beautiful Mistake
sembra essere la tipica lettura di chi ama passare i pomeriggi leggendo romanzi leggeri e divertenti. Perciò, consiglio questa lettura a chi cerca un libro semplice e non impegnativo, con il solo scopo di ridere e sognare.



Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+