.

.

giovedì 2 agosto 2018

Recensione "TOUCH. Il Sospetto Sulla Pelle" di J.S. Clarke

Ciao a tutti amici,

oggi vi parlo di TOUCH. Il Sospetto Sulla Pelle di J.S. Clarke, uscito lo scorso 13 Luglio in edizione Self Published.
Un Romantic Suspense autoconclusivo ad alto tasso erotico, ideale per queste temperature già di per sè bollenti! 😉

Buona Lettura!


Titolo: Touch. Il sospetto sulla pelle
Autore: J.S. Clarke
Editore: Self Published
Data di Pubblicazione: 13 Luglio 2018
Genere: Romantic Suspense



Troppo coinvolta.
Con quelle semplici parole la giovane detective Harper Jones viene sollevata dal caso Taylor. Incapace di rassegnarsi alla scomparsa dell'amica e insospettita dalle indagini sommarie e inconcludenti condotte dal suo distretto, decide di ignorare l'ordine dei superiori proseguendo le ricerche da sola.
È disposta a tutto pur di scoprire la verità, anche a spingersi sull'orlo del baratro, in una spirale di torbidi segreti che coinvolgono le persone a lei più vicine e minacciano di distruggere ogni sua certezza.
Giunta a quel punto, infatti, la detective non può più ignorare la doppia vita della sua dolce amica, che ogni notte diventa Ivy, una delle dee del Poison, il locale notturno più rinomato della contea, attorno al quale gravita la malavita californiana gestita da Gustavo Esposito.
Certa che quel luogo di perdizione abbia a che fare con la sparizione di Melanie, Harper tenterà l'impossibile per salvarla, nonostante l'ambiguo e affascinante Julian, erede dell'impero degli Esposito, sia deciso a non renderle le cose facili.
Invischiata in una rete di seduzione e pericoli nel cuore del Poison, Harper dovrà tenere bene a mente un'unica regola: sospettare di chiunque.




Il fatto che, a distanza di due giorni dal termine di questa lettura, io stia ancora pensando a Julian, credo che la dica lunga sul giudizio che sto per darne!
C’è solo un termine che si addice perfettamente a questo romanzo, ed è SEDUCENTE!



Il tutto ruota intorno alle indagini sulla scomparsa di Melanie Taylor, migliore amica di Harper Jones, detective del distretto quattro di Sacramento. Melanie è una delle cosiddette “dee” del Poison, un nightclub dove viene servito champagne e dove sensualità, raffinatezza e lusso fanno da padroni. In realtà, il Poison, appartenente alla famiglia Esposito, non è altri che il fulcro della malavita della città: ogni genere di spaccio, truffa, ricettazione, contrabbando, omicidio, violenza aggravata e chi più ne ha più ne metta, ruota intorno a questo locale esclusivo che, per tutta la narrazione si può dire sia il protagonista indiscusso!


«Quel posto era assurdo. Era come cadere in una trappola e, solo dopo esserci finiti, scoprire che non si era desiderato altro se non quello» 

Risultando troppo coinvolta personalmente, Harper viene sospesa dal caso, ma la sua testardaggine, la sua caparbietà e la sua determinazione a trovare l’amica scomparsa, la spingono a continuare le indagini di testa sua, ed essendo anche una testa calda molto propensa a mettersi nei guai, il primo passo da compiere è violare l’ordine restrittivo che dovrebbe tenerla lontana dal Poison, unico punto di partenza per risolvere il mistero.

Qui incontra Julian, figlio illegittimo di Gustavo Esposito, boss del Poison e di tutto ciò che si cela dietro, nonché principale indiziato sulla scomparsa di Melanie. Uomo dallo sguardo felino e calcolatore, appare fatto di pietra, imperturbabile, freddo e distaccato; è come se in lui ci fosse qualcosa di sinistro, gelido e crudele, ma nonostante ciò, il suo viso e i suoi movimenti sono assolutamente ipnotici. Impossibile non sentirsi attratte da questo demone affascinante così ambiguo e pericoloso che, forse, in realtà, potrebbe celare qualcosa di totalmente diverso. 


E colui che inizialmente era considerato il responsabile di tutto, diventa un improbabile alleato nel prosieguo delle indagini, che peraltro scorrono a dir poco a rilento. Il malavitoso sembra essere più affidabile di chiunque altro, persino dei colleghi all’interno dello stesso distretto dove pare regnare la corruzione.



«Eravamo alleati improbabili, che si studiavano l’un l’altro con diffidenza, senza mai abbassare la guardia, e preferivo quella palese dichiarazione di guerra fredda al colpo basso di un collega corrotto» 

Non ci si può fidare di nessuno, il sospetto regna sovrano nella mente di Harper; solo Julian, nonostante tutto, pare essere degno di fiducia; solo lui, benchè sia invischiato in un mondo pericoloso e privo di morale, è in grado di suscitare in lei sensazioni che nessun altro uomo è mai stato in grado di farle provare. 


Intrighi, seduzione, scene ad alto tasso erotico dalle bollenti temperature all’interno del Poison, protagonisti principali ben delineati e uno stile narrativo semplice, scorrevole e coinvolgente, fanno di questo romanzo una piacevole lettura che mi ha tenuta sveglia per tutta la notte! Per non parlare del fatto che, una volta letta l’ultima riga dell’ultima pagina, la prima cosa che ho detto è stata: spero tanto che l’autrice scriva un altro volume perché di Julian non ne ho avuto abbastanaza! Il fascino del bello e dannato dai tratti asiatici mi ha totalmente stesa!

Certo, devo dire che c’è stato un momento in cui mi sono sentita disorientata sui cattivi della situazione, perché non riuscivo a capire da dove fossero spuntati e ho avuto un po' di difficoltà a collocarli per bene, però va anche dato merito al fatto che fino alla fine, non avevo la più pallida idea di chi fosse il responsabile della scomparsa di Melanie e degli altri crimini!

Al di là di questo che è solo una percezione personale, sono bastati Harper e il suo immenso senso di giustizia e soprattutto Julian e il suo charme ad eclissare ogni cosa! Quindi, bando ai convenevoli, amanti dell’erotico condito da un pizzico di suspense, questo è il romanzo che fa per voi! Leggetelo! 



Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+