.

.

giovedì 11 ottobre 2018

Recensione in Anteprima "Ogni volta noi" di Josie Silver

Carissimi lettori,

oggi vi parlo di "Ogni volta noi", romanzo d'esordio di Josie Silver, in uscita oggi per Garzanti. Un romanzo ambientato in una Londra natalizia, dove la magia del periodo si unisce a quella dell'amore a prima vista tra due giovani sconosciuti, Laurie e Jack. Siete curiosi?? Venite con me... ;-)





Titolo: Ogni volta noi
Autrice: Josie Silver
Editore: Garzanti
Genere: Narrativa contemporanea
Uscita: 11 ottobre
Pagine: 368, cartonato


L’amore arriva quando meno te lo aspetti.


Seduta sull’autobus per tornare a casa, Laurie ammira le luci sfavillanti di Londra attraverso il finestrino. All’improvviso i suoi occhi incrociano quelli di un ragazzo fermo sul marciapiede. Si incrociano e si rincrociano ancora, in uno spazio che sembra infinito. Come non avessero mai fatto nient’altro per tutta la vita. Ma l’autobus riparte e Laurie non ha il tempo di fermarlo, di scendere, di scoprire qualcosa di quel ragazzo misterioso che per lei significa già tutto. Per un anno intero non fa altro che cercarlo in ogni negozio in cui entra, a ogni angolo di strada, in ogni pub dove va con gli amici. Ma sa che rivedersi, in una città così grande, è praticamente impossibile. Quando ormai si è rassegnata all’idea che si sia trattato di un’altra delle mille persone che, nella vita, si incontrano per poi perderle per sempre, lo vede a una festa. Ma non come avrebbe sperato. La sua migliore amica è lì per presentarle il suo nuovo fidanzato, e Laurie non può credere a chi si trova di fronte: è lui, è il ragazzo dell’autobus, è il ragazzo che ha disperatamente cercato per mesi. Un destino beffardo li fa incontrare di nuovo proprio quando non possono stare insieme. Proprio quando devono nascondere a loro stessi e al mondo intero la magia del loro primo incontro. Perché l’amore detta le sue leggi che non sempre sono comprensibili. Perché l’amore può premiare gli audaci, ma anche chi ha la pazienza di aspettare. Di credere. Di essere tenace. Quando nasce a prima vista può essere un fuoco che si accende in un istante, ma anche un focolare che trattiene il calore affinché non si esaurisca mai.




Chiudete gli occhi e provate ad immaginare il calore di una coperta che ci riscalda in un piovoso pomeriggio d'autunno. Ci siete? Beh... questo romanzo a me ha trasmesso proprio questa bellissima sensazione, un caldo abbraccio dato dalle bellissime emozioni che mi ha regalato. Quindi mettetevi comodi e iniziate a sognare con me, mentre vi racconto questa mia ultima lettura.
La narrazione ha inizio a Londra durante il periodo più magico dell’anno, ovvero Natale.
Laurie è su un autobus e non vede l’ora di tornare a casa dopo l’ultimo giorno di lavoro prima delle feste natalizie e osserva la città fuori dal finestrino per sfuggire al caos dentro al mezzo; all’improvviso l’autobus si accosta ad una fermata e il suo sguardo si va posare su un ragazzo che sembra ignaro di tutto il casino che si svolge attorno a lui, immerso completamente nella lettura di un libro.
In quei pochi istanti, Laurie cattura ogni particolare di questo ragazzo sconosciuto, dall’aspetto al libro che sembra abbia monopolizzato la sua attenzione. Finché lui alza lo sguardo e si va a scontrare con l’azzurro quasi indaco degli occhi di Laurie. Il tempo sembra fermarsi mentre due completi sconosciuti si fissano intensamente, senza mai distogliere lo sguardo per la frazione di pochi secondi. Sembra una scena da film, un momento quasi magico. 


"D’ora in poi, se qualcuno mi chiederà se mi sono mai innamorata al primo sguardo, dirò di sì: per uno splendido minuto del 21 dicembre 2008."


I nostri due amici non hanno il tempo di agire che l’autobus riparte, spezzando l’incantesimo che li aveva soggiogati. Laurie è sicura che quello che ha provato guardando negli occhi quel perfetto sconosciuto è qualcosa di più unico che raro e da quel momento in poi ovunque va, spera ardentemente di rivederlo. Praticamente come cercare un ago in un pagliaio. Dopo quasi un anno di ricerca vana e deludente, la nostra Laurie ha perso ogni speranza, ma ecco che il destino ci mette lo zampino ancora una volta. All’improvviso il ragazzo sconosciuto è lì davanti ai suoi occhi, che le restituisce lo sguardo come un anno fa. Penserete “Oh che bello!” e invece il loro rincontrarsi non sarà per niente positivo. 
Ma chi è questo ragazzo?? Si chiama Jack e si presenta alla festa come il nuovo ragazzo di Sarah. Lei, Sarah, è la migliore amica della nostra Laurie. Il destino a volte può essere crudele e in questo caso lo è stato più del solito, trascinando tre persone in un vortice di sentimenti non espressi e di verità nascoste.



Laurie dopo i primi momenti di disperazione assoluta per aver perso qualcuno che in fondo non è mai stato suo, capisce che per il bene di tutti la cosa migliore è sopprimere i suoi sentimenti per Jack e tacere tutto a Sarah. Dal canto suo, Jack ha riconosciuto subito in Laurie quella dolce ragazza che lo fissava dal finestrino dell’autobus circa un anno fa. Una ragazza che ha popolato i suoi sogni più nascosti e che al risveglio, di lei rimaneva solo un ricordo sbiadito, forse solo frutto della sua immaginazione. Lui si trova tra due fuochi: la sprizzante e attraente ragazza Sarah e la dolce e generosa Laurie, il suo amore proibito a prima vista.
La situazione è alquanto ironica quanto assurda, ma la vita deve andare avanti per tutti e Laurie e Jack decidono di mentire per non far soffrire la persona a cui tengono di più, infliggendo però a loro stessi una penosa tortura.


"Ma questo... non so come affrontare la navigazione senza far affondare la nave 
con tutti noi a bordo."


Nel bene e nel male, gli anni passano tra vicinanze e lontananze, tra incontri e scontri. Ma quel legame tra Laurie e Jack rimane immutato al passare del tempo. Anche se i nostri eroi non possono stare insieme, instaurano un rapporto unico che non ha i confini di un’amicizia ma neanche quelli di un amore. Qualcosa rimane sempre sospeso tra loro, come un fantasma a ricordargli sempre la triste realtà e quello che poteva essere se le cose fossero andate diversamente.



Ma nonostante questo, sanno che possono contare l’uno sull’altra. E in fondo è quello l’importante, una spalla a cui appoggiarsi nel momento del bisogno.

"Sono così stanca di nuotare. Per la maggior parte del tempo mi sento come 
se la marea stesse per tirarmi sotto, ma qui, fra le braccia di Jack, sembra che lui abbia appena teso le braccia oltre il bordo di una scialuppa per portarmi in salvo."

La storia si svolge in un arco molto ampio di tempo, mostrandoci i cambiamenti nella vita dei protagonisti e come i rapporti si sono evoluti. Laurie e Jack passano dall’essere insicuri ventenni alla ricerca di loro stessi, ad adulti più consapevoli e che hanno poco a poco imparato dai propri errori. I personaggi sono ben caratterizzati e non potrete non innamorarvi di loro e di quel filo sottile che li lega. Ma avrete anche tanta voglia di urlargli contro quando staranno per compiere un errore epocale o quando non diranno quello che invece andrebbe detto. 
Il personaggio di Laurie è quello in cui mi sono immedesimata di più. Una ragazza timida che si farebbe in quattro per le persone che ama. Una ragazza che spesso appare debole ma che trova sempre un modo per rialzarsi. Perché “Non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi”. Laurie è quella tipica persona che mette il bene degli altri al posto del suo e lo fa soprattutto nei confronti di Sarah, considerando più importante la loro amicizia che un fugace anche se memorabile incontro con Jack. Leggere di questa amicizia è stato emozionante: è quell’amicizia che tutti sognano di avere nella vita. Sorelle, più che amiche. 


"No. Sarah è la mia migliore amica in assoluto, e anche se mi sento morire, e forse morirò davvero per questo, non mi metterò mai a scrivere cartelli per dire a Jack O’Mara, senza speranza né intenzioni, che per me lui è perfetto, e che il mio cuore straziato lo amerà per sempre."

Per quando riguarda Jack, posso solo dire che è proprio quel ragazzo che mi piacerebbe incontrare un giorno. Un ragazzo che in apparenza sembra sicuro di sé, ma che nasconde una fragilità e un’insicurezza che difficilmente mostra agli altri. Solo Laurie sarà in grado di leggere dentro di lui. A volte lo vorrete proprio prendere a calci, ma dopo solo un minuto l’istinto sarà di abbracciarlo. Un personaggio che mi ha affascinato anche con i suoi difetti e nei suoi momenti “not”. Ma che decisamente sa come farsi perdonare.



La storia, come ho accennato all’inizio, è magica ma racchiude anche tanta realtà. Quello che succede ai nostri personaggi è vita vera senza finzioni. Questo è uno degli aspetti che mi ha fatto apprezzare molto il romanzo. La magia sta nell’essere prettamente ambientata nel periodo natalizio (il mio periodo preferito dell’anno), ma anche dalla sensazione che si ha per tutto il corso della lettura di stare guardando uno di quei tipici film natalizi. Che ve lo dico a fare, amo alla follia anche quelli! 
L’autrice ha creato una storia unica, unendo tanti elementi che la fanno funzionare perfettamente. Se pensate di trovarvi davanti ad una tipica lettura natalizia, vi sbagliate di grosso. "Ogni volta noi" è il racconto di una storia d’amore scritta nelle pagine del destino. È la storia di come quest’amore può essere paziente e, chissà, questa attesa verrà ripagata un giorno. È una storia che non dovete assolutamente perdervi, perché vi farà sognare ad occhi aperti ma con i piedi sempre per terra. "Ogni volta noi" è un romanzo che regala tanta speranza per chi sogna ancora l’amore, quello vero, che può arrivare quanto meno te lo aspetti. E posso dire che l'autrice ha centrato in pieno il suo intento.







Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+