.

.

venerdì 24 marzo 2017

Recensione "L'Amore Ha Il Tuo Sorriso" di Katie Ashley #2 Vicious Cycle Series

Salve a tutti,

oggi Stella ci parlerà del secondo volume della serie Vicious Cycle Series di Katie Ashley,  "L'Amore Ha Il Tuo Sorriso", uscito il 28 Febbraio 2017 in eBook e prossimamente in cartaceo, grazie a Newton Compton Editori. Seguitemi e vediamo insieme se Rev ci darà grosse soddisfazione come suo fratello Diacono.

Buona lettura!



Titolo: L'Amore Ha Il Tuo Sorriso
Autore: Katie Ashley
Serie: Vicious Cycle Series #2
Genere: Contemporary Romance
Editore: Newton Compton Editori
Data D'uscita: 28 Febbraio 2017 Ebook

Annabel Percy è la figlia di un potente politico in cerca di trasgressione, e inizia a frequentare un motociclista pur sapendo che è la persona sbagliata per lei. Ma si ritrova a vivere un incubo quando viene rapita e trasportata in un inferno che non avrebbe mai immaginato. Nato e cresciuto nel club di motociclisti Hell's Raiders, Nathaniel "Rev" Malloy darebbe la vita per i suoi compagni. Ma quando diventa l'inaspettato salvatore della prigioniera di un club rivale, Rev accetta la missione di prendersi cura della guarigione di Annabel e di proteggerla dagli incubi che la tormentano.
Quando Annabel guarisce, si accorge con sorpresa che si sta innamorando dell'uomo affascinante che l'ha salvata. Di fronte alla loro impossibile attrazione, riuscirà ad accettare il suo stile di vita, o Revsi allontanerà dalla vita che ha sempre conosciuto per la donna che non avrebbe mai dovuto amare?



Cari lettori, oggi torno a parlarvi della serie Vicious Cycle e dei sexy bikers Hells Riders.
La storia di "L’amore ha il tuo sorriso" si ricollega direttamente al finale del primo libro della serie, L’amore ha i tuoi occhi, dove troviamo Nathaniel Malloy, da tutti conosciuto come Reverendo, prendersi la responsabilità di una delicata operazione di salvataggio e sabotaggio di un terrificante gruppo di narcotrafficanti messicani, meglio conosciuti come Diablos, ai quali fa capo il violento Manuel Mendoza. Quando Rev fa irruzione nel quartier generale dei Diablos per salvare la figlia di Rompicollo ( il medico ex biker ed amico degli Hells Riders), l’ultima cosa che si aspetta è di trovare al suo posto un’altra ragazza... La bella e quasi morente rossa dagli occhi verdi è Annabel, una ragazza proveniente da una facoltosa famiglia della Virginia e figlia di un importante senatore, rapita per diventare la schiava sessuale di Mendoza prima, per poi essere venduta. Rev vede nei suoi occhi una disperazione tale da stringergli il cuore in una morsa, quel cuore così buono e coraggioso che fa scattare le sue braccia per proteggerla e portarla via da quell'inferno e via dalla morte.



Una folle corsa in ospedale e una lunga veglia dopo, gli occhi di Annabel incrociano di nuovo quelli gentili di Rev, e lui ne rimane colpito, poiché vede in essi lo stesso divorante dolore che ha attanagliato anche lui in gioventù... una creatura fragile e bellissima da proteggere e curare a costo della vita... Comincia così a delinearsi un rapporto speciale tra Annabel e Rev, un rapporto fatto di dolcezza, comprensione, tenerezza; un rapporto del tutto nuovo per entrambi, poiché Rev non si era mai sentito così nei confronti di una donna, ne Annabel aveva mai provato la meravigliosa sensazione di sentirsi protetta e amata, non solo da Rev ma anche dalla sua famiglia bikers compresi, nonostante la vita privilegiata che aveva vissuto. E chissà... forse quel rispetto così devoto che Rev le mostra, col tempo si trasformerà in qualcosa di molto più profondo. Le minacce però sono sempre dietro l’angolo, nascoste nell’ombra e pronte a colpire quando meno se lo aspettano...


Leggendo L'amore ha il tuo sorriso ho riscontrato una certa continuità nello stile e nel racconto nei confronti di L’amore ha i tuoi occhi. Ritroviamo la grande famiglia allargata dei bikers, sempre pronti a proteggersi l’un l’altro, e ritroviamo anche la madre e i fratelli di Rev, il più giovane e scatenato Vescovo e il maggiore Diacono, che dopo le vicissitudini trascorse nel libro precedente, lo troviamo a vivere una felice vita con la sua piccola Willow e Alexandra, l’amore della sua vita. È in questa bella e calorosa atmosfera familiare che si sviluppa ed evolve il rapporto tra Rev e Annabel. I nostri protagonisti sono diametralmente opposti per via delle loro estrazioni sociali, ma questo non impedisce loro di legarsi profondamente, perché quando due anime sono destinate a stare insieme, prima o poi si trovano e si ritroveranno sempre, indipendentemente da quello che la vita riserverà loro.



Rev rappresenta la figura del gigante buono; il suo aspetto imponente, rude e molto sexy nasconde un’anima gentile, delicata, amante dei libri e delle moto in egual misura. Fratello di mezzo della famiglia Malloy, è sicuramente il più maturo e riflessivo, ed è per questo che prende molto seriamente il suo incarico di presidente degli Hells Riders. Umile, profondo e coraggioso, farà della protezione e sicurezza di Annabel la sua missione. In lui albergano dolcezza e forza bruta, con quella nota passionale che lo rende irresistibile.
Annabel invece provenendo da una famiglia altolocata e snob, si potrebbe pensare che sia la classica smorfiosa figlia di papà, e invece scopriamo una ragazza completamente diversa; determinata a lottare per la sua indipendenza, si rifiuta categoricamente di vivere la vita perfetta voluta dai suoi genitori, e con tutte le sue forze sceglie di percorrere una via che non era certamente quella prestabilita dalla sua apparentemente “famiglia perfetta”. Annabel infatti ha dichiarato ufficialmente la sua indipendenza quando ha scelto di iscriversi al corso di laurea per diventare una veterinaria, data la sua grande passione per gli animali e il suo grande talento naturale di saper entrare in profonda sintonia con loro con un semplice sguardo. Le violenze fisiche e sessuali che subisce durante il periodo di prigionia in Messico, la trasformano e la cambiano per sempre, ma nonostante tutto conserva ancora dentro di sé quel fuoco ribelle che non smetterà mai di far parte del suo carattere. Nella disgrazia però, attraverso Rev diventerà la donna che ha sempre desiderato essere, rinascendo letteralmente a nuova vita.



Dapprima molto cauto, man mano il loro rapporto diventa sempre più complice e intimo, sino ad esplodere in una grande passione che li unirà definitivamente.
Proprio come il primo romanzo, anche stavolta non sono riuscita a sentirmi coinvolta al cento per cento nella storia, benché si sviluppi in modo molto scorrevole. Lo stile di Katie Ashley non è affatto pretenzioso, anzi, ma in alcuni punti l’ho trovato forse un po' semplicistico; a tratti la narrazione è un filo sbrigativa, infatti alcuni punti della storia vengono raccontati in modo troppo frettoloso, poco approfondito e alcune scene, come per il precedente libro, le ho trovate improbabili e alcuni dialoghi un po' banali.
Nonostante ciò però la lettura risulta scorrevole e piacevole, adatta per trascorrere qualche ora in relax e senza eccessivo impegno. I personaggi sono interessanti e attraenti, fungendo da punto forte della storia, compensando così alcune piccole lacune nello stile narrativo.
Rev e Annabel sono una coppia decisamente diversa da Diacono e Alexandra, ma raccontano comunque una storia piena di sentimento. Senza infamia e senza gloria quindi mi accingo a chiudere con il mio giudizio finale: Chiamato in giudizio.


Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+