.

.

mercoledì 1 marzo 2017

Recensione "Ritorno da te" di Jennifer L. Armentrout #2 Wicked

Ciao carissimi lettori.

oggi vi parlo del secondo volume della serie Wicked di Jennifer L. Armentrout edito Casa Editrice Nord in uscita proprio oggi 2 marzo 2017RITORNO DA TE è uno dei sequel più attesi di quest'anno, specialmente per noi amanti del fantasy e di questa fantastica autrice.
Buona lettura!


Titolo: Ritorno da te
Autore: Jennifer L. Armentrout
Titolo originale: Torn 
Genere: Fantasy romance
Traduzione: Veronica Sibilla Ghiorzi
Pagine: 368 - Prezzo: 16,90 €
In libreria: 2 marzo 2017
Serie: Wicked

Ivy Morgan pensava di avere tutto sotto controllo, di aver eretto una barriera impenetrabile tra sé e il resto del mondo. Ma le sue difese sono crollate nel momento in cui ha incontrato Ren Owens. Coi suoi profondi occhi verdi e il sorriso da sbruffone, Ren ha fatto breccia nel cuore di Ivy, conquistandosi la sua fiducia. Anche perché, con lui, Ivy può finalmente condividere ogni aspetto della sua vita:
Ren infatti è membro dello stesso, antichissimo Ordine di cui fa parte lei, perciò capisce bene cosa voglia dire passare le giornate fingendo di essere una ragazza come tante e le notti a combattere contro il Male che si cela tra le strade di New Orleans.
Però tutto cambia quando Ivy scopre un segreto sulle origini della sua famiglia, un segreto che non può rivelare a nessuno, neppure a Ren. Perché, se lui ne venisse a conoscenza, dovrebbe ucciderla. Ben presto, quindi, Ivy sarà costretta a fare una dolorosa scelta: mentire all'uomo che ama e mettere in pericolo tutto ciò per cui hanno lottato insieme, o sacrificare se stessa per la salvezza del mondo intero…

La serie Wicked è così composta:

1. Lontano da te RECENSIONE
2. Ritorno da te
3. Brave in inglese nel 2017
Oramai risulterò infinitamente ripetitiva ma, in questo periodo mi sembra di leggere solo libri di Jennifer L. Armentrout, difatti sto praticamente facendo una maratona dei suoi romanzi fantasy a partire da Lontano da te, primo volume di questa serie, per finire con altri due romanzi di un'altra serie, per un totale di tre romanzi più una novella.

E' passato più di un anno dall'uscita di LONTANO DA TE, che io invece ho letto solo poche settimane fa. Un libro che mi ha stregato e ammaliato tanto da non riuscire a staccare i miei occhietti innamorati fino all'ultima pagina. Premetto, dato che il primo volume è rimasto molto in sospeso e che RITORNO DA TE è concentrato proprio sull'argomento finale del primo volume, è impossibile  per me non fare spoiler. Il mio consiglio se non avete letto il primo romanzo è di non addentrarvi più di così in questa recensione.



Nel finale di Lontano da te, la nostra fantastica protagonista, coraggiosa e selvaggia, dopo che i l portale è stato aperto e il principe Fae è arrivato nel nostro mondo, scopre che proprio lei è colei che Ren stava cercando, la mezzosangue. Io non vorrei essere nei panni di tutte voi che avete letto questo romanzo un anno e mezzo fa e vi siete ritrovate ad aspettare per avere il seguito e SAPERE cosa succede dopo. Ve lo dico subito. DI TUTTO.

Ero una mezzosangue. Non ero la stessa Ivy di qualche mese prima. Era cambiato tutto. Io ero cambiata. Parti di me erano ancora gelide e piene di ombre insidiose, ma non avrei sentito freddo per sempre.

Ritorno da te inizia proprio dove il primo volume era terminato, Ivy scopre la sua vera natura di mezzosangue ed inizia a pensare a tutte le avversità e i pericoli che dovrà affrontare, al fatto di dover tenere questo segreto per non rischiare che l'Ordine o addirittura l'Elité, (un ordine ancora più segreto del primo, con membri super prescelti di cui neanche quelli dell'Ordine ne sono a conoscenza, e di cui proprio Ren fa parte,) vogliano ucciderla.

Ren, come spiegargli questa cosa? Il suo trasferimento a New Orleans è stato dovuto proprio a questo precisissimo scopo: trovare ed uccidere la mezzosangue.

Il figlio di un mezzosangue e di un principe Fae dell'altro mondo è la chiave per spalancare tutti portali che dividono il loro mondo dal nostro, quindi ai membri dell'ordine basta semplicemente recidere il problema alla radice, uccidere il mezzosangue. 

Non avevo trovato una risposta a tutte le domande, ma ogni pezzo stava andando al posto giusto.

Ren, per tutte noi sarebbe il principe perfetto, peccato però non averlo vissuto molto in questo romanzo, è stato incentrato più su Ivy e la sua battaglia con tutti coloro che la volevano morta o "incinta". Nei momenti in cui lo abbiamo visto però, ha dato del suo meglio, con il suo fascino e il suo carattere sprizzante.


Effettivamente tra Ren e il famosissimo Campanellino di cui vi ho parlato nella recensione precedente di Lontano da te, è stata una lotta perenne, una battaglia per conquistarsi l'affetto della bella "Merida" e anche per strapparci pezzettini del nostro cuoricino debole, con i loro sproloqui divertenti ed esilaranti.
In questo romanzo, Campanellino vi stupirà, vi farà desiderare di avere un gattino, tanti troll e un folletto da compagnia davvero pazzesco come lo è lui. In certi momenti del romanzo sono arrivata a desiderare che fosse lui il vero protagonista della storia, troppo particolare per lasciarlo in secondo piano su una mensola. Più "Campanellini" per tutte 😂😂. Possiamo proporre all'autrice una nuova serie con Campanellino, che ne dite??

Dirgli la verità era l’unica alternativa, ma era troppo rischioso. Lo amavo. E l’amore forse mi rendeva un po’ cieca, ma proprio perché lo amavo non potevo fargli una cosa simile.

La nostra Ivy invece, bellissima e coraggiosa, ha dimostrato di sapere veramente amare ancora, e con tutto il cuore, col sacrificio e la forza dell'amore.


Unico punto dolente di questo romanzo, a mio parere, è la scarsa quantità e qualità di momenti avventurosi. Vi è una parte molto importante del libro incentrata su un avvenimento particolare, e qui sarebbe stato il caso di arricchirlo leggermente, in modo da poter portare il lettore ad avere maggiore curiosità, invece è stato tutto un po' scontato e molto semplice tanto da poter individuare facilmente il finale. Diciamo non da batticuore.

Niente da togliere a tutto il restante romanzo, però questo piccolo particolare mi porta a dare un voto minore di quello che avrebbe potuto meritare se arricchito con più azione e suspense.



Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+