.

.

lunedì 17 aprile 2017

Recensione "Origine. Parte Prima" di Sophie Jomain Le Stelle di Noss Head 4

Ciao a tutti amici, ben ritrovati,
oggi vi parlerò del quarto romanzo della serie Le Stelle di Noss Head 4. Origini. Parte Prima di Sophie Jomain, edito Fazi Editore / LainYa è il penultimo romanzo fantasy/paranormal che nessuna di voi, amanti del genere, vorrà perdersi.


Titolo: Origini. Parte Prima
Serie: Le stelle di Noss Head 4
Autrice: Sophie Jomain
Editore: Fazi Editore
Collana: LainYa
Pagine: 400 ca.
Prezzo: euro 15,00
Data di uscita: 6 Aprile 2017

Dopo aver vissuto mesi terribili come angelo nero, Hannah è stata trasformata in un lupo mannaro dal padre dell'amato Leith che, mordendola, le ha salvato la vita. Ora la ragazza, ancora molto vicina ai suoi amici a sangue freddo e impegnata più che mai nel persistente tentativo di far conciliare i due gruppi nemici, ha finalmente la possibilità di vivere la storia d'amore che ha sempre sognato con la sua anima gemella. Quando però il corpo di un angelo nero viene ritrovato orrendamente mutilato, il fragile equilibrio fra le fazioni rischia di andare in pezzi. Per di più, Leith,
assolutamente convinto dell'innocenza del suo branco, si rifiuta di sentire ragioni e scompare improvvisamente senza lasciare traccia, abbandonando Hannah fra i due fuochi della disputa. Accanto a lei rimarrà Grigore, l'angelo nero che già in passato si è rivelato un amico, alimentando un rapporto sempre più intimo e intrigante. Il quarto volume di "Le stelle di Noss Head" guiderà i protagonisti sulle tracce della leggenda dei lupi mannari, andando oltre i confini scozzesi, alla ricerca delle origini del mito.

La serie “Le stelle di Noss Head” è composta da:

1. (Le stelle di Noss Head #1) Vertigine RECENSIONE
2. (Le stelle di Noss Head #2) Rivalità RECENSIONE
3. (Le stelle di Noss Head #3) Rinascita RECENSIONE
4. (Le stelle di Noss Head #4) Origine.Prima parte
5. (Le stelle di Noss Head #5) Origines seconda parte
Come iniziare questa recensione è un vero e proprio mistero per me perché questo libro mi ha travolta e devastata. Nei primi tre romanzi della serie abbiamo visto davvero di tutto, e quando pensavo che davvero non ci sarebbe più stato niente da dire o nessuna novità a sorprendermi, ecco che Sophie Jomain sbaraglia ogni mia aspettativa, buttando tutto all'aria e ricominciando da capo.

Ragazzi, è doveroso dirvi che leggendo questa recensione è ovvio che troverete degli spoiler essendo il quarto romanzo, quindi, se non avete letto nessuno dei precedenti romanzi, o vi manca anche solamente il terzo della serie, non leggete la recensione.



Nel terzo libro abbiamo lasciato la protagonista femminile Hannah, che dopo essere forzatamente diventata un angelo nero, aver combattuto con vari nemici, ed essere quasi morta per tornare un essere umano, è stata trasformata dal caro suocero in una lupacchiotta come il suo Leith. Cosa non si fa per amore eh?! Finale col botto, davvero spettacolare per una conclusione di una storia d'amore bellissima, peccato che di concluso non ci sia un bel niente. 
In Origini. Parte prima, per sfuggire alla monotonia dei brodi allungati, l'autrice ha ben pensato di piazzare ben più di un mistero e qualche scomparsa, ma ha dotato il romanzo di un ulteriore terzo incomodo. Nel primo romanzo dove Hannah e Leith erano ai primi amoreggiamenti, è stato messo un lupo stalker alle calcagna di Hannah, nel secondo romanzo c'era Darius, prolungatosi anche per il terzo, dove però si era aggiunto anche qualche altro personaggio maschile di vario dubbio, tra cui Grigore, che ha sbaragliato definitivamente ogni dubbio con la sua costante presenza in questo quarto romanzo.

Nel terzo capitolo Grigore ha aiutato la nostra Hannah nel suo periodo vampiresco, sostenendola molto ma niente altro di sconvolgente. Tutto potevo aspettarmi tranne quello che è successo in Origini adesso. Jomain che mi combini???

Come potete leggere dalla trama, Leith è scomparso, e la sua assenza dà la possibilità ad altri personaggi, tipo Grigore, vampiro super iper sexy e misterioso, di farsi conoscere meglio. Non è mancato da parte mia infatti, l'innamoramento istantaneo.

Quest'ultimo affiancherà la protagonista nelle varie disavventure del romanzo, e questo gli darà la possibilità di mettersi in ballo. Avete presente il detto: Quando il gatto non c'è i topi ballano? Beh, questo romanzo ne è la testimonianza vivente e non aggiungo altro, perché voglio infondervi moooolta ansia e curiosità, ma davvero è stato una sorpresa per me leggerlo.


Niente è scontato, e i nemici possono diventare alleati e persino amici. Personaggi che incutono molta curiosità e voglia di conoscerli meglio.
L'ambientazione è sempre bellissima e la descrizione della Jomain dei luoghi è molto accattivante. La mitologia della serie è stata ampliata ulteriormente inserendo per l'appunto nuovi ambienti nascosti agli occhi umani e creature mitologiche sempre più strane.

Tutte le cellule del mio corpo si ribellarono a questa evidenza, ma era chiaro che le nostre anime si attraevano. Non a causa della loro differenza, ma perché si somigliavano. Si somigliavano sotto ogni aspetto. Si cercavano ardentemente. Era semplicemente impossibile! La mia apparteneva già a qualcun altro, nessuno ci poteva fare nulla e per niente al mondo avrei voluto che cambiasse.

Ovviamente tutte queste nuove aggiunte sono come la ciliegina sulla torta a contornare la bellezza di questa serie, di cui Origini, ricco di nuove avventure, imprevisti e sconvolgenti rivelazioni, rende tutto molto adrenalinico con lotte di varie etnie e specie.

Quello che mi sconvolge sempre di più di questa serie e della sua autrice, sono i finali di ogni romanzo, ogni volta un colpo al cuore, ogni volta una sorpresa o una suspense infinita. on questo romanzo penso che abbia battuto tutti i precedenti, mettendo in dubbio tutto quello che è stato letto per l'appunto, precedentemente.


Un romanzo fantastico, sconvolgente, sempre romantico e toccante, ma che non manca di regalarci avventure stranissime e piene di azione. Come non consigliarlo?!

Continuavo a non riuscire a capire come fosse iniziato tutto, però sapevo almeno una cosa: quando fosse finito, io sarei stata ancora in piedi.



Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+