.

.

mercoledì 18 aprile 2018

Recensione "Legion - L'esercito di Talon" di Julie Kagawa #4 Talon

Ciao a tutti lettori e ben ritrovati,
oggi vi parlo di Legion - L'esercito di Talon, quarto volume della serie Talon di Julie Kagawa, uscito il 29 giugno per Haper Collins Italia




Titolo: Legion - L'esercito di Talon
Autore: Julie Kagawa
Editore: Harper Conllins Editore
Genere: Fantasy
Pubblicazione: 29 giugno
Serie: #4 Talon

Ember Hill, come tutti gli altri draghi, ha imparato a trasformarsi in un essere umano e poi a riprendere le proprie sembianze, ma nessuno, mai, l'ha preparata ad affrontare l'amore. Garrett, l'ex cavaliere dell'Ordine di San Giorgio, è il primo che le ha fatto battere forte il cuore, ma anche Riley, capo carismatico dei draghi ribelli, ha suscitato in lei sensazioni che ancora non sa come definire. A poco a poco, tutto ciò in cui Ember credeva ha iniziato a sgretolarsi davanti ai suoi occhi, costringendola a rimettere in discussione ogni cosa: gli umani, i ribelli, se stessa, la sua capacità di giudizio, i suoi sentimenti. Al momento, quindi, può soltanto unirsi alla causa di Riley per combattere contro l'antico nemico, l'Ordine di San Giorgio, e soprattutto contro Dante, suo fratello gemello, futuro erede dell'impero di Talon. Perché lui è a capo di una legione di nuovi draghi creata in laboratorio. E se il genere umano non accetterà di piegarsi per sempre al suo volere, ha intenzione di far sprofondare il mondo in un periodo di morte e distruzione.

The Talon saga:
1. Talon 
RECENSIONE
2. Rogue 
RECENSIONE
3. Soldier RECENSIONE
4. Legion
5. Inferno 24 Aprile 2018 in lingua originale





Questa è la prima recensione che scrivo dopo mesi che ho finito di leggere un romanzo, e se dico mesi, intendo molti mesi. Pensare di dover scrivere una recensione su Legion è stata una difficile decisione, ma caspita, mi toccava!
Ho iniziato questa serie davvero con tanto entusiasmo, le cover particolari e l'argomento suggestivo mi avevano convinta davvero molto ma, via via leggendo, siamo arrivati a questo quarto romanzo e posso solo dirvi che -sarò anche l'unica- ma nonostante tutte le recensioni su quanto questo libro sia fantastico, personalmente non mi ha coinvolta, ma proprio per niente.
Non è brutto, la lettura è facile, ma lenta per tutta la durata per romanzo, per poi evolversi con qualche novità solo nel finale. Ho avuto l'impressione che il tempo non passasse mai.

Legion riprende esattamente dove Soldier ci aveva lasciato, con Garret il soldato perfetto in fin di vita, salvato dal suo rivale in amore, nonché drago Riley, con una trasfusione del proprio sangue. Ciò che accade, la storia e i dialoghi, li ho trovati un po' strani e ridicoli, a volte anche insensati. Da qui in poi si intuisce palesemente che il fatto di aver ricevuto il sangue di drago lo ha cambiato, la sua guarigione infatti è anomala e accelerata, come se fosse un umano con i super poteri. E diciamocelo, si capisce subito che nel suo futuro ci sarà qualcosa che legherà per sempre i due nemici e che avvicinerà sempre di più Ember ad esso. Tutto troppo scontato ed evidente.




Nel frattempo, Talon si muove non più molto silenziosamente; il fatto di aver creato un esercito di cloni draghi lascia una scia di sangue ovunque essi passino. 
Leggendo queste scene, mi veniva subito da pensare al film "Terminator", e nel frattempo il mio buonumore e la voglia di continuare a leggere calava. Personalmente, avrei preferito di gran lunga se questi ultimi due romanzi fossero stati raccontati in unico volume perché, proprio come Soldier, anche Legion ha il gusto di brodo allungato.

Se non fosse per qualche scena che si distingue dal resto del romanzo e il fatto del cambio repentino di pov, non so se avrei avuto la forza e la volontà di arrivare fino all'ultima pagina di questa parte di storia. 
Anche la testardaggine di Dante, fratello gemello di Ember, mi ha fatto passare la voglia di proseguire la lettura, perché ha rasentato il ridicolo anche con lui.
Ho trovato tutto un po' troppo "pompato", l'attesa, le aspettative che poi alla fine si sono rese, non dico nulle, ma quasi. Ed Ember, il fatto di aver scelto Garret, andando contro tutto e tutti, il suo essere, il suo volere due persone e il suo imprinting da draghi... no dai, io spero sempre che rinsavisca dalla sua cretinaggine e si riprenda un po'. 




VI AVVISO, STO SPOILERANDO, DEVO SFOGARMI!

Cioè, pensate, lei ha avuto l'imprinting con Riley, sono ANIME GEMELLE, DRAGHI PER LA VITA, lui farebbe, e sta facendo, di tutto per lei, che lo sceglie lasciando inizialmente Garret, soldato perfetto pronto ad uccidere ogni drago. Però non contenta, lascia Riley e si rimette con Garret, solo perché anche se lo aveva lasciato, lui è tornato da lei. Dopo quasi essere morto, Riley lo ha salvato dandogli il suo sangue di drago, quindi il legame tra Garret ed Ember è diventato più forte. Mhhhh no, non è scontato, per niente. 
Ma tieniti l'originale! Non sempre andare contro natura deve essere per forza più bello, per me, anche seguire la propria natura e i propri istinti lo è. Vabbè io adesso parlo neanche fossi Ember, ma davvero... non la digerisco questa cosa. 

Ok dai, basta con questo mio lamento, attendo con trepidazione l'ultimo romanzo finale di questa serie, perché anche se questi due ultimi non sono stati molto nelle mie corde, voglio sapere come l'autrice ha deciso di concluderla. Ormai c'è un piccolo drago trepidante in me, che scalpita per uscire e azzannare qualcuno. 
Spero davvero che il finale sia degno di nota e non segua la rotta di questi ultimi romanzi.




Nessun commento:

Posta un commento

Il Blog si nutre dei vostri commenti, quindi se vi fa piacere lasciateci il vostro pensiero riguardante l'articolo. E se avete gradito quello che avete letto, condivideteci 💓 e clicca su G+